Una lunga, lunghissima vita strettamente intrecciata ai cavalli e alle carrozze, fin da quando in età scolare le vacanze erano interamente dedicate ai primi approcci con cavalli trotter e di altre razze attaccati alle baracchine o timonelle disponibili nella rimessa del padre.

La curiosità si è poi evoluta, diventando da semplice divertimento una profonda passione e un’insaziabile sete di cultura. Dalle prime collezioni di legni scelti secondo criteri soggettivi e presenze momentanee offerte dal mercato nei lontani anni ’50, all’approfondimento dell’universo degli attacchi attraverso scritti principalmente francesi, fino a raggiungere la consapevolezza che questi mezzi nella loro espressione più qualitativa potevano essere ben altro, ovvero la somma espressione dell’originale abilità artistica e creativa dell’uomo, preziosa testimonianza del costume di un’epoca.

Da qui il desiderio di circondarsi di pezzi di altissimo pregio e la continua ricerca, nei manufatti stessi come nella sua sterminata biblioteca personale, di tutto quanto ampliasse il suo bagaglio di conoscenze.

 

Se avete richieste o volete contattare il Sig. Zane, scriveteci in Redazione.