Ringraziamo Alessandro Cattarin per la cronaca dettagliata dell’evento e un grazie a Patty & Anna Maria per le fotografie

 

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA” così recita un vecchio adagio. Ed è proprio così! A Percoto ormai da circa 15 anni un gruppo di volenterosi ed appassionati amici, capitanati da Alessandro Cattarin, danno vita ad un evento spettacolare: il “VIAGGIO ALLA SCOPERTA DELLE ANTICHE DIMORE”.

Il titolo la dice tutta, infatti l’elegante corteo formato da legni d’epoca, con redini alla mano già dalle 09,30 del mattino di domenica 17 marzo 2024, si è mosso alla volta della prima tappa: Villa Frattina-Caiselli, dove, presente già un nutrito pubblico, si è svolta una presentazione di massima “en passant”, davanti all’ingresso principale. Da li in poi è stato tutto un crescendo di emozioni che solo un percorso in carrozza tra le belle campagne della pianura del Friuli può suscitare. Anche il pubblico, con piantina alla mano, era itinerante e, spostandosi con mezzi propri, ha fatto da bellissima cornice in ogni location. La seconda tappa non è rappresentata da una nobile dimora aristocratica ma da una stabulazione nobile per bovini dove circa 130 capi vengono governati da efficientissimi robot che si occupano del lavaggio, sterilizzazione, mungitura, pesatura, nonché dell’alimentazione, instancabilmente per 24 ore giornaliere, con pulizia generale a cadenza oraria. Incluso angolo relax con spazzoloni per “grattuggini” self-service. Complimenti a Noè e a tutti i suoi familiari che si occupano anche della vendita dei loro prodotti nonché dell’avviatissimo agriturismo adiacente. Complimenti!

 

Un Grazie a tutto lo staff della “Fattoria” per la squisita accoglienza

 

 

La sempre meravigliosa Villa dei conti Costanza e Francesco Beretta

 

Credo sia ormai scontato ricordare che ad ogni tappa che fai … ristoro che trovi …

Proseguiamo con le carrozze sotto un caldo sole primaverile (il beneficio di una così bella giornata mi è costato parecchie Ave Marie) e incontriamo anche un gregge di pecore che incuriosite si avvicinano a guardare le carrozze in transito. Da lì a poco facciamo l’ingresso a “Villa Beretta”. L’accoglienza dei conti Costanza e Francesco Beretta è sempre calorosa e di grande disponibilità. Con le note della simpatica orchestrina di “Mario ed i suoi amici” vengono presentate le carrozze in tutti i loro dettagli. In ogni villa gli equipaggi vengono descritti a partire dal tipo di carrozza, dall’equipaggio, ai cavalli, ai finimenti e all’insieme dell’equipaggio. Il pubblico si dimostra molto interessato e continua a farci compagnia. Questo è l’unico giorno dell’anno dove le Ville, grazie all’A.F.A.C., aprono i loro cancelli e si lasciano ammirare dal pubblico.

 

Con l’occasione l’Amministrazione Comunale di Pavia di Udine, capitanata dal Sindaco Beppino Govetto, ha ritenuto di consolidare il gemellaggio con il comune di Finkenstein am See (Carinzia, Austria). Nelle immagini i vari momenti dell’evento che ha visto protagonista il Borgomastro, Christian Poglitsch

 

Con l’occasione l’Amministrazione Comunale di Pavia di Udine, capitanata dal Sindaco Beppino Govetto, ha ritenuto di consolidare il gemellaggio con il comune di Finkenstein am See (Carinzia, Austria). I 12 delegati al seguito del borgomastro (sindaco) Sig. Christian Poglitsch a cui è stato regalato un “crest” con il logo del comune di Pavia di Udine (di cui Percoto è una frazione) ad opera dell’impareggiabile Danilo Venica (vera forza motrice dell’organizzazione).

Allo stesso Danilo Venica ed a Silvano Rossi è stato consegnato un presente a titolo personale dall’organizzatore Alessandro Cattarin per la loro continuata e speriamo futura collaborazione.

Ma la giornata è ancora lunga, quindi “Signori in Carrozza!” compresi gli ospiti Austriaci; si parte alla volta di Villa Florio-Maseri di Persereano, dove a fare gli onori di casa troviamo il comitato paesano “Tornà in Pais” (tornare al paese) ed il custode della villa Sig. Luciano che a nome dell’Università di Udine (a cui la villa è stata donata con lascito ereditario) ha omaggiato gli equipaggi con una illustrazione dedicata all’Università stessa. Il programma si ripete: sosta, ristoro, musica, presentazione e via di nuovo diretti a Villa della Porta dove (dopo le presentazioni) ci aspetta il pranzo, preparato dal comitato festeggiamenti di San Giuseppe di Percoto con le bravissime cuoche sempre indaffarate tra pentole e fornelli a cui va il nostro ringraziamento. Dopo una lauta libagione, musica e balli, in attesa del dessert è tempo di ringraziamenti. Naturalmente in primis ringraziamo il Comitato Festeggiamenti di San Giuseppe di Percoto per averci permesso di realizzare questa sfilata, assecondandoci nella preparazione e nella logistica e per aver fornito di ogni confort tutti i partecipanti. Ai Sigg.ri Flavio Ligutti e Paolo Vidulich Grazie di cuore. Poi ci sono i collaboratori di sempre senza i quali è davvero impossibile realizzare tutto questo, quindi grazie a: Roberta Cumini, Andrea Cattarin, Giancarlo Tollon, Silvano Rossi.

 

Ringraziamo gli equipaggi presenti:

Silvano Rossi carrozza mod. Pistoiese, attacco singolo, cavallo ungherese.

Anna Romanov Calessino con capottina estiva, attacco singolo, cavallo quarab

Samuel Muccin Calessino, attacco singolo, pony

Renato Bolzon Carrettina Friulana intrecciata in vimini, attacco singolo, cavallo siciliano

Paolo Zampieri Wagonette, attacco singolo, cavallo trotter

Renzo Pezzutto Spider-Phaeton, attacco singolo, cavallo sella Italiano “Gigio”

Mario Gambellin Breack, attacco singolo, trottatore Orlov

Marco Puntin Breack Wagonette, attacco singolo, cavallo murgese

Roberto Marasco Landau, pariglia, cavalli ungheresi

Angelo Colussi Breack Wagonette, pariglia, cavalli ungheresi

 

 

Unica guidatrice donna: Anna Romanov

 

Gli equipaggi arrivano a  Villa Florio-Maseri di Persereano

 

Alessandro Cattarin, organizzatore da anni della prima uscita ufficiale dell’Associazione Friulana Appassionati Carrozze -AFAC –

 

Sempre in forma, elegantissime e ben tenute le ….. Ville e le Antiche Dimore che abbiamo visitato!

 

Una trottata in eleganza come si conviene da anni in “CASA AFAC”

 

E’ ora di ripartire, giusto il tempo per rimetterci in ordine con gli attacchi per lo show finale.

Infatti alle 16,00 presso Villa Frattina-Caiselli (sede dei festeggiamenti della fiera di San Giuseppe) ci accoglie una gran folla che, memore degli anni precedenti, attende con trepidazione la presentazione minuziosa e dettagliata di ogni singolo equipaggio, dimostrando grande interesse. Che dire … una giornata memorabile, tutto ha funzionato a dovere, la sinergia tra i collaboratori ormai è rodata dalla esperienza acquisita negli anni, il caldo sole primaverile certamente ha contribuito ad esaltare gli animi. Sono queste le occasioni di festa dove è bello ritrovarsi con i vecchi amici, e questo entusiasmo, fa sì che ogni anno si aggiungano nuovi soci desiderosi di condividere giornate in allegria accomunati dalla stessa passione.

 

A sin. Massimo Cernic, proprietario di Villa della Porta, omaggia tutte le Signore con un rametto di mimose appena colte dal suo giardino, a des. un riconoscimento anche ad un preziosissimo collaboratore; Giancarlo Tollon

 

 

 

Questo è stato l’appuntamento di apertura degli eventi in programma sul calendario A.F.A.C..

E come si suol dire: “Buona la prima”, e che sia di buon auspicio per i prossimi impegni in vista. E’ stata anche l’occasione per informare ulteriormente soci e non della “lotteria della carrozza”. Come d’abitudine, l’A.F.A.C. ad ogni lustro (5 anni) indice una lotteria dove come primo premio troviamo in palio una carrozza. La carrozza di quest’anno è una splendida “Tabacchiera” in legno naturale a quattro posti con attacco singolo e pariglia (costruttori J. Barhaoldl e U. Hofer del cantone Svizzero di Thurgau). La vendita dei biglietti è andata oltre ogni apettativa, una partenza con il botto!

Ricordiamo che l’estrazione del primo premio avverrà durante la cena sociale A.F.A.C il giorno 23 novembre 2024.

Nel frattempo è possibile acquistare i biglietti ad ogni evento A.F.A.C. dove ci saranno degli incaricati alla vendita. Tornando alla premiazione degli equipaggi, vogliamo sottolineare che non esistono classifiche o graduatorie, pertanto a tutti è stato dato lo stesso riconoscimento di partecipazione, in quanto, pur esistendo una oggettiva diversità degli attacchi, la passione che viene messa, il lavoro ed il sacrificio è … uguale per tutti.

 

Per la “giovanissima” Mia un inizio in … carrozza; una futura “Guidatrice?” … chissà?

 

Ad abbassare notevolmente la media dell’età anagrafica dei presenti, quest’anno ci ha pensato la piccola Mia Puntin che con i suoi 30 giorni di vita ha fatto tutto il precorso in carrozza insieme a mamma Sonia, papà Marco ed ai nonni. Brava Mia e congratulazioni vivissime ai neo genitori.

 

La famiglia “Puntin” al gran completo con la neonata Mia a cui facciamo tanti Auguri!

 

 

Abbiamo visto i cavalli, le carrozze, le ville, i paesaggi, poi abbiamo udito le musiche e nel frattempo abbiamo anche assaggiato le divine prelibatezze della cucina friulana ma, sempre e costantemente in compagnia di donne affascinanti e simpatiche! W gli Attacchi!

 

Arrivederci alla prossima trottata, con AFAC naturalmente!