Costanzo Tameni

 

Pepe Borrego Hernandez – Vincitore del Best in Show

 

Berndt Schnur

 

Edwin Bürge-Sutter

 

 

Eleganza ai massimi livelli

 

 

Testi di Emanuela Brumana – Foto di Dario Mastria, Enzo Nicolino, Giovanni Vitale

 

Prova di Presentazione alla Reggia di Venaria: un gran finale!

Poter ammirare attacchi multipli oggi in Italia non è facile, specialmente per quanto riguarda la tradizione, ma il Concorso Internazionale alla Venaria Reale ha saputo attirare da differenti paesi europei ben 5 tiri a 4 e un tiro a 3. Davvero una meraviglia che ci è stata riservata nella parte finale della Prova di Presentazione. A questi va aggiunto un attacco à la demi- Daumont, sicuramente una rarità nei concorsi di Tradizione. Insomma attacchi lussuosi che solo la nobiltà o le famiglie reali potevano permettersi.

L’ingresso del tiro a 3 chiamato anche all’évêque o Winchester, riservato ai Vescovi dal XVIII secolo, allo scopo di differenziarsi, immediatamente, al passaggio, dalla nobiltà locale, apriva un finale spettacolare ed in crescendo nella Prova di Presentazione. Chiamato in Spagna potencia, questo attacco era presentato da Jacinto Planas Ros, di Girona in Catalogna.

 

Jacinto Planas Ros – Vincitore assoluto del “Trofeo Venaria Reale” Edizione 2023

 

Ogni anno Jacinto Planas ritorna a Venaria e lo scorso anno risultava vincitore assoluto del Concorso e anche Best in Show in Presentazione. Quest’anno entrava impeccabile con cilindro grigio e abito da proprietario nel gran parterre della Reggia alla guida di 3 nuovi cavalli P.R.E. (Pura Razza Spagnola) e, in omaggio all’Italia, con una carrozza a firma Cesare Sala, un elegante Shooting Break del 1890 fornito di capote, restaurato dalla Guarnicioneria Dorantes. Due perfetti groom di servizio ne accompagnavano l’avanzare, mentre comoda e sorridente una elegantissima signora lo affiancava a cassetta.

burge sutter

Edwin Bürge-Sutter

Non da meno era un Landau a 8 molle firmato Kersterton di Londra; la carrozza fu vettura di rappresentanza dello Sceriffo di Cardiff, un gioiello oggi nelle mani di Edwin Bürge-Sutter, perfetto cocchiere proveniente da Bettwiesen nella Svizzera tedesca: livree in tinta granata per i due efficientissimi groom al servizio dei 4 cavalli Westfalia-Hannover e nutrito equipaggio in abbigliamento di gala con dame e gentiluomini. Se lo sceriffo di Cardiff voleva farsi notare, quando passava nei territori di sua competenza, lo ha certo saputo fare anche Edwin Bürge-Sutter a Venaria.

 

Berndt Schnur

E che dire del Grand Break de Chasse di Berndt Schnur arrivato da St. Wendel nell’alta Germania e ritornato alla Venaria dopo il successo del 2019. Una carrozza del 1890 firmata P. Scheurer di Düsseldorf e guidata con vera perizia da Berndt: alle redini 4 cavalli di razza tedesca, in carrozza dame e gentiluomini perfettamente abbigliati e, a fianco dei cavalli, un amico fedele…

 

Pepe Borrego Hernandez

Pochi punti a distanziare l’uno dall’altro gli attacchi, secondo i Giudici, finché l’ingresso in campo dell’attacco a quattro di cavalli PRE con finimenti a la calesera faceva la differenza. Alla guida un perfetto cochero, Pepe Borrego Hernandez, per un Break “La Marca” del 1860. L’ attacco di proprietà della Yeguada Sierra Mayor era annunciato da un leggerissimo suono dei cascabeles, sonagli posizionali sulla nuca e sulla groppa dei cavalli ornati con i borlajes, caratteristici pon pon di lana e seta. I due groom si presentavano in costume tradizionale con il particolare copricapo spagnolo appoggiato sul foulard, giubbetto ricamato e le tipiche calzature in cuoio. Splendido attacco tradizionale proveniente da Siviglia. Sarà, appunto, della Yeguada Sierra Mayor il Best in Show 2023, alla fine della Presentazione.

 

Roberto Bergaglio

Ed arriviamo ai due attesissimi Tiri a quattro di casa nostra, che meritano il plauso di tutti per l’impegno e per il lustro che hanno saputo dare all’Italia. Dalla provincia di Alessandria, nello specifico da Novi Ligure, a prendersi un terzo posto di tutto rispetto in Presentazione, ecco Roberto Bergaglio, Grand Break de Chasse firmato Cesare Sala, attaccato a quattro stupendi Gelderländer, goom impeccabili e signore in carrozza felici nel gran parterre della Reggia. Anche Roberto Bergaglio si presenta in tenuta da proprietario con cilindro grigio e guida Achenbach perfetta.

 

Costanzo Tameni

 

Si continua con un altro Break de Chasse, ancora di Cesare Sala, (di fatto tanti modelli tutti differenti, visto che le carrozze un secolo fa si facevano su ordinazione come “abiti su misura”); alle stanghe quattro P.R.E., tre grigi e un sauro, ed è Costanzo Tameni alla guida a rappresentare la Lombardia, da Nave in provincia di Brescia, accompagnato dai groom Alessandro e Andrea e da Veronica con un cappellino davvero strepitoso!

 

Giuseppe Usai

 

E a chiudere la Prova di Presentazione non poteva che essere un attacco regale à la demi-Daumont presentato da Giuseppe Usai. Valletto e jockey in livrea, pariglia di lusitani, Duc Vittoria di Macchi (Varese) datata inizi del ‘900. In carrozza, elegantissima, una dama accompagnata dal suo cagnolino a salutare il pubblico e a ricevere gli applausi calorosi che hanno chiuso questa bella Prova di Presentazione dell’8° Concorso Internazionale “La Venaria Reale” che ha visto, oltre ai tiri multipli, altri 23 attacchi fra singoli e pariglie sottoporsi al giudizio dei 3 giudici AIAT: Enzo Calvi, Richard Lanni e Enrique Moran Duran.

 

Edwin Bürge-Sutter

 

Il tutto si è concluso fra gli applausi, con una Cerimonia di Premiazione avvenuta eccezionalmente, su decisione della Reggia, nella splendida e regale Sala di Diana. Alla premiazione hanno presenziato i Giudici AIAT, Presidente  e  Vicepresidente GIA, il Presidente Avv. Luigi Chiappero, del Parco La Mandria e, come ogni anno, a rappresentare la Reggia di Venaria e consegnare il Trofeo  “LA VENARIA REALE”  il Dott. Francesco Bosso.

Per info più dettagliate: https://www.gruppoitalianoattacchi.it/

 

Eleganti e impeccabili i “Groom” a Venaria Reale 2023