Giacomo Porcarello oggi era l’unico ragazzo in allenamento, circondato solo ed esclusivamente da ragazzine. Una volta qualcuno parlò di “Quote Rosa” … poveretto, forse aveva bevuto troppa grappa!

 

Ponyadi 2021 FISE – Attacchi Marche … si parte!

Il mondo dell’equitazione agonistica e amatoriale è in grande fermento, ma più in generale, dopo le Olimpiadi di Tokio bisogna registrare un’impennata generalizzata dello sport italiano in tantissime discipline. Per quello che ci riguarda più da vicino, il settore Attacchi, abbiamo già citato un aumento dei tesserati il quale, tradotto in fatti concreti sul campo, ha visto alla recente edizione 2021 della Coppa delle Regioni l’esordio della Regione Umbria dopo tanti anni e sempre nella disciplina attacchi registriamo oggi in occasione delle imminenti Ponyadi 2021 l’esordio della Regione Marche.

Disciplina di “nicchia”

Sono anni che la disciplina sportiva degli attacchi viene codificata in base al numero totale dei tesserati Fise e stop. Vogliamo spezzare subito una lancia a nostro favore perché negli ultimi mesi ed in questi momenti, gli atleti a redini lunghe stanno dando prova di grande maturità tecnica e passione, che li ha portati a valicare le frontiere italiane e misurarsi con driver di altre nazioni, notoriamente un po’ più bravini di noi! Permettiamoci dunque di volgere un occhio anche alla qualità e non solo alla quantità.

Il Tecnico Fise Attacchi Ivano Cavina, Presidente del Gruppo Romagna Attacchi – GRA – e punto di riferimento in tutta l’Emilia Romagna

 

Alle spalle di Ivano Cavina mentre sistema al meglio il Pony “Lazzaro” la proprietaria del Pony e mamma di Penelope che vuole (giustamente) accertarsi che tutto fili nel migliore dei modi

 

Parliamo di meriti

Anche questo discorso è stato toccato in passato e tutti gli addetti ai lavori sanno che le nuove generazioni di atleti devono avere un buon Tecnico (a sella Istruttore) che li sappia guidare, altrimenti non si va da nessuna parte. Non è un segreto e neppure una vergogna ammettere che attualmente in Italia il numero dei Tecnici di Attacchi non supera le dita delle due mani. Alcuni di loro si sono veramente distinti per merito, capacità e tenacia come nel nostro caso di oggi che interessa il Tecnico Ivano Cavina, Presidente del Gruppo Romagna Attacchi. Abbiamo più volte raccontato del decollo degli Attacchi in Emilia-Romagna a suo totale merito, sappiamo che con le sue trasferte “mirate” un’anno fa è riuscito a mettere in pista la Regione Umbria con alcuni equipaggi e oggi?

Oggi, si riparte ancora e la mèta è stata la Regione Marche, da Ivano visitata una decina di giorni fa in occasione di uno stage Fise preparatorio in vista delle Ponyadi dell’1-4 settembre 2021 ad Arezzo. La Regione Marche debutta per la prima volta a redini lunghe e lo fa con sei equipaggi che Ivano Cavina ha selezionato dopo ripetuti incontri. Di questi sei Driver due sono partiti alcuni giorni fa con il proprio cavallo alla volta del Centro Ippico del G.R.A. e sono oggi posizionati in loco per perfezionare alcune tecniche assistiti da vicino dal Tecnico Cavina. Sappiamo bene, come ci raccontano i genitori dei ragazzi che le distanze rappresentano un grande freno, un freno che si riesce a superare solo con la grande passione. Un piccolo, ma non troppo, vantaggio per questi giovani atleti dalla tenera età è rappresentato dalla “vita di scuderia” e del “fare gruppo” che è risaputo aiuta moltissimo a crescere e a sconfiggere il nuovo nemico n.1 di tutti gli sport, Attacchi inclusi … lo Smartphone, con le figurine colorate che si muovono 24 ore su 24 senza sosta.

Vita di Scuderia. Sempre sotto l’occhio attento e vigile del Tecnico Cavina, i giovani guidatori imparano tutti i movimenti e le indicazioni per gestire e “attaccare” un cavallo ad una carrozza. Operazioni tutt’altro che facili visto che da tempi remoti questo sport veniva definito L’Arte di attaccare un cavallo ad una carrozza

 

Precisa e ordinata Marta Baldoni, Driver di Recanati (Marche), sistema in ordine le varie parti del finimento da cavallo singolo

Marta Baldoni, concentratissima

 

Comprensibile l’emozione di genitori e parenti intervenuti al seguito dei giovani driver i quali non hanno mai fatto mancare aiuto e sostegno-psicologico ai giovanissimi atleti

 

Il pubblico a fare il tifo a bordo campo è sempre gradito e indispensabile, in particolare quando in campo ci sono i propri figli!

 

 

Due figure indispensabili nello Staff del GRA: Anita Salghini addetta alle Pubbliche relazioni e Segreteria, al suo fianco l’Uomo della video-notizia, in arte Speedy.

 

E approfittiamo dell’elenco dettagliato che ci ha fornito Anita Salghini per elencarvi i partecipanti alle Ponyadi Cat. Attacchi della Regione Marche: Federica Ambrosi e Gloria Delmonte con il Pony “Choccolate” – Matilde Stagi e Maria Rosa Babini con il Pony “Ciro” – Penelope Campanari e Marta Baldoni con il Pony “Lazzaro”.

Proseguiamo con i Driver della Regione Emilia Romagna anche loro in partenza per le Ponyadi di Arezzo: Anita Salghini – Silvia Barba – Giulia Serrapiglio – Giovanni Mattioli – Bianca Antonelli – Serena Di Maria – Sabrina Zironi – Annalisa Branchini – Mattia Melinu – Giacomo Porcarello

 

Anita Salghini Driver di punta della compagine Attacchi dell’Emilia Romagna, ha ben figurato alla recente Coppa delle Regioni aiutando la squadra emiliana a piazzarsi al secondo posto

 

Sorridente ma determinata, Silvia Barba oggi era in allenamento per perfezionare alcune figure: le Ponyadi arrivano una volta sola all’anno e Silvia vuole ripetere la bella prestazione della Coppa Regioni

 

Giacomo Porcarello al suo debutto nell’importante manifestazione è deciso a ben figurare. Alle sue spalle due giovanissime ragazzine a fare il tifo

 

Importantissimi i cavalli, nella programmazione tecnica di Ivano Cavina il livello qualitativo dei guidatori deve seguire in parallelo quello dei cavalli, il binomio deve crescere in sintonia

 

Presso il Centro Ippico del Gruppo Romagna Attacchi c’è la possibilità di addestrare o sistemare in maniera ottimale le condizioni del proprio cavallo. Nella foto Luana Panichella alle redini lunghe da terra

 

Al fianco di Ivano Cavina vediamo alle redini Penelope Campanari e Marta Baldoni alle prese con il fuoriclasse “Lazzaro” un Pony dalle grandi aspettative che il tecnico Ivano ha voluto seguire personalmente.

 

Il Pony “Lazzaro” si prepara a sbalordire tutti al suo esordio: vedremo le giovani mani di Marta e Penelope cosa sapranno fare. Da quanto visto oggi solo un po’ di emozione le potrà fermare, per il resto la grinta e la passione non manca alle due guidatrici di Recanati (Marche)

 

La giovanissima Penelope Campanari alle prese con redini scivolose, guanti, frusta e cap tipo “sombrero messicano” adatto per fare ombra ma decisamente migliorabile sotto il punto di vista dell’estetica!

 

“Fare Gruppo” essere una vera squadra, così si cresce e si migliora nello sport e nella vita di tutti i giorni. Unica accortezza il delizioso e affascinante Smartphone, guardateci dentro “solo” 60 minuti al giorno perchè oltre è pericoloso!

 

La giornata di domenica 29 agosto 2021 si sta per chiudere, ancora in funzione la Scuola di Equitazione gestita dall’Istruttrice Federale Fise; Pascale Buisson che propone ai suoi allievi corsi di perfezionamento di Dressage e per tutti gli appassionati del cavallo le prime nozioni per imparare a cavalcare in sicurezza

Pascale Buisson

 

Sempre in tanti affetti dalla “febbre del cavallo” ma in tutti i casi quì sono i benvenuti!

 

Vogliamo finire la giornata senza mangiare? che non sia mai detto!

 

Una bella tavolata in allegria chiude degnamente la giornata. Nella foto in basso a destra vediamo il “Ciauscolo” abbinato ad una schiacciatina salata, una varietà di salame spalmabile tipico della zona di Macerata che il Team delle Marche ha fatto assaggiare ai divoratori di piada romagnola. Pare sia stato gradito!

 

Si chiude la giornata di domenica 29 agosto 2021 e tra 48 ore, il  1° settembre alle ore 9 alle Ponyadi di Arezzo si farà sul serio ma per modo dire: a queste giovanissime speranze dell’equitazione bisogna insegnare che l’importante è partecipare poi si vedrà nel corso degli anni.