Gli eleganti ma sportivi e pratici cappelli per i guidatori e Tecnici, messi a disposizione dalla rinomata Cappelleria “Roberta-Idea” Al centro Mirko Belli transita a fianco del Pulpito di Donatello nel Duomo di Prato, e tiene ben saldo in mezzo alle gambe la “Mascotte-Bischerotto” un pupazzetto portafortuna di morbida lana.

 

Una bella foto ricordo dei partecipanti all’arrivo a San Rossore

 

 

Tre giorni, tre carrozze, tre pariglie e 100 km di solidarietà con il “Bischerotto Tour”

Termina con successo questa bella e lodevole iniziativa messa in essere da uno dei più noti driver di Attacchi toscani; Mirko Belli. Tre le carrozze impiegate per questa bella passeggiata in carrozza che si è svolta in tre tappe che da Prato hanno attraversato, silenziosamente e senza inquinare, ben tre province; Pistoia, Lucca e Pisa. In totale 100 km per tre giorni di viaggio. La strategia e la messa in opera di questo tour è stata ideata dall’Associazione La Ciompa” di Prato la quale da anni si dedica a promuovere i veri e autentici valori dell’equitazione e del cavallo attraverso la disciplina sportiva del Trek e degli Attacchi. In questo viaggio per la prima volta verranno coinvolte alcune persone disabili delle Associazioni: Pangea, Diapsigra e Liberamente i quali, insieme ai loro accompagnatori e tecnici sportivi, potranno assaporare l’emozione di un viaggio d’altri tempi usufruendo in completa sicurezza di una carrozza speciale omologata per il suddetto uso dal Dipartimento Paradriving della Federazione Italiana Sport Equestri – FISE.

 

A sin. Paolo Lascialfari alle redini e sullo sfondo le Terme di San Giuliano, a fianco il guidatore più anziano del Tour: Leopoldo Toccafondi di anni 89 alle redini della pariglia mentre un Agente della Polizia Municipale si complimenta con i cavalli

 

Tutti schierati presso la  scuderia di San Rossore

 

I tre equipaggi schierati sulla Piazza del Duomo (Piazza dei Miracoli) a Pisa

 

Il percorso è iniziato da Prato, sede della Ciompa, e utilizzando solo cavalli italiani quali; Murgesi, Monterufolino, Norico e Tpr distribuiti su 3 carrozze formate da altrettanti guidatori esperti hanno attraversato i territori comunali di Pistoia, Montecatini, Altopascio, Lucca, San Giuliano Terme e Pisa fino a raggiungere la Tenuta di San Rossore.

Il coordinamento di tutto l’evento è stato curato dal presidente dell’associazione pratese Mirko Belli, driver di Attacchi a livello nazionale e da Claudio Tronci, socio operativo della Ciompa. “Dopo innumerevoli trek in sella abbiamo avuto l’idea di farlo in carrozza – ci raccontano – per far conoscere le nostre attività e per coinvogere persone meno fortunate di altri, in un’esperienza che sarà sicuramente unica nel suo genere”. Per questo progetto si ringraziano alcuni “sponsor” come Roberta-Idea (Cappelleria di alta moda) e Assicurazioni Generali di Prato“.L’evento è patrocinato dal Gruppo Italiano Attacchi e da Fise, Fitetrec Ante, Engea, Ananerai, Snai-Snaitech e dal Comune di Prato.

 

Mirko Belli con Patrizia che gestisce il C.I. LA LUNA a Lucca fanno bella mostra con gli Sponsor. Patrizia tiene in mano i prelibati “cantucci” del “Forno Steno” mentre Mirko indossa il giubbetto firmato Assicurazioni Generali di Prato, e in mano tiene il Notiziario del GIA oltre l’immancabile mascotte-portafortuna “Bischerotto”

 

 

Foto ricordo sotto la famosa “torre pendente” la quale è semplicemente il campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta