Dal Piemonte Luca Cassottana in gara sia con un singolo che con una pariglia

 

Oggi la nostra meta è Sommacampagna. Ce ne andammo un anno fa al termine della Combinata del 2020 con la mascherina indossata e ritorniamo oggi, dopo un lungo e triste anno ancora con la mascherina sul viso. A tenerci su di morale con i loro annunci express al limite del ridicolo, non c’erano neppure i cartelloni luminosi.

Solitamente sui grandi cartelloni luminosi da qualche anno a questa parte trovavamo le stesse indicazioni che ci dava la nonna o la mamma prima di uscire di casa: “fa freddo, vai piano, copriti, la strada è scivolosa, mettiti la sciarpa, non fermarti a chiacchierare, non bere, stai sveglio, allacciati la cintura alle braghe che le perdi, ecc.”. Con il cartellone illuminato da lampadine si è aggiunto il Mago della lampada con le previsioni: “Forse nevica, probabile terremoto, possibile inondazione, nei prossimi 50km nebbia-sì, poi nebbia-no, poi ancora sì “. Oggi tutto tranquillo, l’Italia in zona rossa causa Covid, poche auto e poche raccomandazioni della nonna, solo un avviso, chiaro e ben visibile alla frontiera non troppo distante da Verona, ci ricorda la nostra situazione. Coraggio ancora pochi chilometri e vedremo l’ambiente che ci riserva lo Sporting Club Paradiso Horse & Pony.

 

Panorama autostradale in avvicinamento a Sommacampagna

La tristezza è rimasta alle spalle sul manto asfaltato, siamo arrivati, il solito via vai di cani al guinzaglio dalle fogge più spettacolari, cani solitari vecchi del mestiere, che sanno come muoversi, i trainer-manager seduti che studiano le tattiche di gara, il bar sempre disponibile con ogni tipo di bibita estera o nazionale o tisane rinfrescanti per i più raffinati, tutte rigorosamente da asporto. Poca gente, tutti nel rispetto delle regole in vigore e bella panoramica del campo di salto a ostacoli che si affollerà tra poco di numerosi concorrenti. La formula ben studiata da Enrico Tortella, responsabile Fise Attacchi del Veneto, vede infatti due gare in contemporanea ma gestite ottimamente nei propri spazi indipendenti l’uno dall’altro, cosa praticabile in scioltezza solo in Centri Ippici di alto livello come lo Sporting Club.

 

Il solito bell’ambiente, accogliente, dotato di tutti i servizi e confort, inclusi gli affabili proprietari

 

Potenza muscolare sull’ostacolo, pariglie impeccabili, cavalli elegantissimi ecco il bello dell’equitazione!

 

Tutti ai propri posti (in senso orario): Doriana Mino (segreteria), Roland Morat (giudice dressage), Tatiana Fioriolli (giudice coni) e Gabriele Panier Suffat (costruttore di percorso)

 

FISE Lombardia all’attacco con i nuovissimi gilet: Marisa Antonini, Alberto Tosi, Larissa Lombardi

 

La lunga ferma Covid non ha bloccato più di tanto gli addetti ai lavori; infatti i cavalli sono sempre stati in movimento, gli allievi pure e in previsione di tempi migliori si sono ben presentati anche alcuni graditissimi sponsor che hanno dato il giusto tocco di eleganza e raffinatezza a questo sport che da anni ha fatto dell’eleganza il suo biglietto da visita. In alto, in rappresentanza di FISE Lombardia, le oramai famosossime “Canarine” del Circolo Ippico Ruk insieme ad Alberto Tosi con i giubbetti sponsorizzati dal Comitato Regionale FISE Lombardia, mentre nella foto sottostante troviamo lo squadone agguerrito e numeroso della FISE Veneto che aggiunge alla propria sponsorizzazione quella graditissima della ditta di abbigliamento sportivo Vinci Da Vinci. Ringraziamo le due gentilissime signore che per un attimo si sono tolte l’odiosa mascherina in modo che possiamo capire, noi e voi, chi ringraziare. A destra la Presidente FISE Veneto Clara Campese, recentemente eletta membro della giunta regionale del CONI, e, distanziate di un metro e ottantasette centimetri l’una dall’altra, toviamo la signora Maria Simonetta Arsiè, la Responsabile delle Pubbliche Relazioni del marchio aziendale Vinci Da Vinci.

Per un collegamento rapido al sito e-commerce di questa prestigiosa firma nel quale è possibile vedere tutti i prodotti e direttamente acquistarli, ecco il link:  https://www.vincidavinci.it/

Per stare aggiornati in tempo reale sulle eventuali promozioni, ecco il link che riporta alla pagina instagram, dove è possibile allo stesso tempo godere di belle foto relative al mondo equestre, e ovviamente ai prodotti: https://www.instagram.com/vinci_da_vinci/

 

Donne alla ribalta … finalmente! Maria Simonetta Arsiè (a sin.) e Clara Campese

 

Sara Bombelli

 

Abbiamo sorpreso la giovane guidatrice al bar in un momento di pausa senza mamma e papà e abbiamo colto l’occasione al volo per farle alcune domande. La prima, d’obbligo:

C&C: Come hai trascorso un intero anno senza le solite manifestazioni?

Sara Bombelli: “Un anno trascorso intensamente anche se ho diminuito il lavoro a casa con i cavalli perchè sono molto presa, anzi, impegnatissima con la scuola e con l’approsimarsi dell’esame di maturità. Sono comunque contentissima del risultato di oggi.

C&C: Dove hai lasciato la tua bellissima pariglia?

Sara Bombelli: “Il pony che ho utilizzato oggi è quello di riserva della pariglia e ho approfittato di questa prima uscita stagionale per fargli fare un po’ di esperienza. Non è stato un periodo di grande ferma come si potrebbe pensare, almeno per noi in Lombardia: tante infatti sono state le iniziative rivolte agli attacchi agonistici messe in campo dal Comitato Regionale Lombardo FISE. E’ stata una bella occasione per stare insieme tra persone che hanno la stessa passione e contemporaneamente far fare esperienza ai cavalli in vista di impegni più importanti.”

Ringraziamo Sara perché sappiamo bene che con le redini è bravissima e le auguriamo altrettanta fortuna per il suo esame di maturità!

 

Sara Bombelli

 

Sono bello … e lo so!

 

Siamo belli … e lo sappiamo!

 

Ventotto in tutto i concorrenti ai nastri di partenza per questo primo avvicinamento dell’anno all’attività agonistica a livello nazionale, decisamente meno dei 45 che si sono ritrovati qui nell’estate dello scorso anno al termine del primo lockdown per la pandemia. Alcuni hanno avuto problemi con i loro cavalli o con la loro salute, altri erano impegnati nello stage per guidatori organizzato in pari data dalla FISE nella vicina Emilia Romagna e tenuto dal Tecnico Federale Cristiano Cividini, i cui allievi juniores, a parte Sara Bombelli, hanno probabilmente rimandato il loro esordio in gara per potersi avvalere del giudizio insindacabile del trainer che li segue regolarmente.

 

(in senso orario) Elena Rettore, Michele Cattelan, Aligi Silvestro Santinello e Alberto Marini: quattro personaggi in cerca di affermazioni, classificatisi ai primi quattro posti della categoria Brevetti. Buona la prima!

 

(in senso orario) Paola Zampini, Rebecca Pizzulli e Alice Passuello, tre signore all’attacco nella categoria Brevetti

 

Il deus ex machina di questo concorso, Enrico Tortella, che in tanti anni di esperienza nell’organizzazione, a fianco dei proprietari, di eventi in questo centro ippico che così bene si presta alle gare di attacchi, ci ha confermato che “anche questa volta i concorrenti hanno espresso la loro piena soddisfazione per lo svolgimento delle gare, aiutati oltretutto da una bella giornata di sole. Nonostante in contemporanea si svolgesse un concorso di salto ostacoli ed una tappa del circuito Mipaaf riservato ai giovani cavalli italiani con oltre 200 iscritti, l’ingranaggio ha funzionato bene e ognuno ha avuto i propri spazi a disposizione: d’altra parte questo è l’unico modo per rendere una gara di attacchi economicamente gestibile, visto il numero di concorrenti sempre piuttosto risicato, e una certa limitazione di movimento è un compromesso sicuramente accettabile, pur di poter usufruire di strutture idonee. Finalmente abbiamo anche potuto rivedere in campo le categorie riservate alle patenti di 1° Grado, che in passato ben poco offrivano in materia di competitività, essendo ridotte solitamente ad un solo partente. Segno questo che gli agonisti hanno voglia di crescere”.

 

Pariglie a gogò: Giorgio Proietti, Ivano Bavaresco, Ugo Cei e Alessandro Calzavara

 

Abbiamo poi chiesto al Presidente di Giuria, Roland Morat, le sue impressioni generali sulle prestazioni dei concorrenti. Ecco la sua risposta: “Trattandosi del primo concorso della stagione, i cavalli, seppure in buone condizioni fisiche, hanno dimostrato di necessitare di un maggiore addestramento specifico. E’ stato interessante giudicare per la prima volta i nuovi testi di dressage FEI 2* e 3* per i cavalli singoli. Si tratta di riprese molto interessanti e belle da valutare, in quanto complicate e molto tecniche, che richiedono cavalli estremamente permeabili agli aiuti. Il percorso coni preparato da Gabriele Panier Suffat nel maneggio coperto era piuttosto lineare, senza molti tecnicismi, adeguato al primo concorso della stagione.”

 

“Canarine Team” capitanate da Larissa Lombardi (in senso orario): Iris Petenzi, Ilary Bendotti e Angelica Corghi

 

In quanto ai concorrenti, sempre assidue le giovani allieve del C.I. Ruk di Boario Terme/BS, grazie all’instancabile verve di Larissa Lombardi, la loro animatrice, sostituta mamma, insegnante ed esempio da seguire, essendo lei stessa in concorso nella categoria 1° Grado. Entrata da poco tempo a far parte della compagine, insieme a Ilary Bendotti e Iris Petenzi, la giovane Angelica Corghi che è riuscita a mettere a segno il miglior punteggio della giornata nella prova di addestramento. Alberto Tosi invece in questa occasione ha accompagnato in gara due allievi senior che si sono lasciati piacevolmente contagiare … per una volta non dal virus, ma dal suo entusiasmo. Come sempre la categoria più frequentata è stata quella dei brevetti, con alcuni allievi, soprattutto veneti, che dimostrano una notevole grinta e tanta voglia di mettersi in gioco.

 

Mirko Cassotti, pronto per un nuovo esordio, Lorella Bombassei De Bona, sempre affascinante, Stefano Bordignon con un cavallo pezzato dalle buone potenzialità e Flavio Lunardon, sempre performante, al suo primo tentativo con il test di dressage più difficile

 

Dopo alcuni anni di stasi, ecco ripresentarsi una vecchia conoscenza (anche se giovane per età), Mirko Cassotti, che a suo tempo prometteva molto bene sin da quando aveva partecipato al Campionato Europeo per Giovani Guidatori. Ora dispone di un nuovo cavallo di 13 anni, nato in Ungheria, con il quale ha da poco iniziato un serio lavoro di crescita e che qui ha eseguito il nuovo testo FEI per cavalli emergenti (2*).

Due le prove fuori classifica ad opera di Paolo Stecca ed Enrico Tortella, entrambi alle prese con soggetti ancora in fase di addestramento base, il primo con un bel pony sauro ed il secondo con un cavallo grigio di origine ungherese.

 

In alto Antonio Pietro Mottin ed Elena Perale, cat. Brevetti. Sotto driver esperti con cavalli inesperti in attesa di conferme (da sin.): Paolo Stecca ed Enrico Tortella

 

Nell’anno dei Campionati del Mondo per Pariglie e per Pony che si terrà nei Paesi Bassi in settembre, gli atleti di 2° Grado qui presenti, a giudicare dalle valutazioni ottenute, hanno davanti a sé ancora molto lavoro da fare per raggiungere una preparazione tale da poter ben figurare nel caso di una loro selezione quali portacolori dell’Italia.

 

ATTACCHI uguale ELEGANZA

 

Giornata sfortunata per i due esordienti, Nico Bagnaschi e Daniele Maiocchi, che non hanno potuto partecipare alle gare per un vizio burocratico. Terminato il concorso hanno comunque potuto provare, a titolo puramente personale, l’ebrezza di entrare in un rettangolo regolamentare e di effettuare un percorso coni di allenamento, ripromettendosi di ripresentarsi perfettamente in regola al prossimo appuntamento di Verolanuova/BS l’11 aprile prossimo.

 

Nico Bagnaschi e Daniele Maiocchi: ci vedrete presto, più agguerriti che mai!

 

PREMIAZIONI

 

PREMIAZIONI. Abbiamo sentito il parere di tutti, adesso tocca al povero fotografo: “Mi viene voglia di mettere la “mascherina” sull’obbiettivo! Sono avvilito.”

 

Ilary, Angelica e Iris: guardando al futuro!

 

classifiche

 

… e in attesa del futuro

 

 

BUONA PASQUA 2021 A TUTTI!

 

Link all’album completo delle immagini pubblicato sulla pagina facebook di Carrozze & Cavalli