Testi e immagini di Marco Zane

 

 

Qualcuno dei tanti appassionati di redini lunghe si è forse mai chiesto come venivano verniciate le carrozze anche solo cento anni fa? Che tecniche usavano per dipingerle? Quali colori utilizzavano? E le sottili e delicate filettature, le une diverse dalle altre, che adornavano una carrozza, erano un estro pittorico dell’artigiano o seguivano regole e schemi precisi e prestabiliti?

A tutti questi perché ha provato a dare una risposta il Sig. Marco Zane scovando in un anfratto della sua inesauribile biblioteca un libercolo con dovizia di particolari che pazientemente ha tradotto dal francese semi-arcaico all’italiano e che noi di Carrozze & Cavalli abbiamo il piacere di proporre alla vostra attenzione.

Per guidarvi ed indirizzarvi meglio alla lettura, sperando di risvegliare il vostro interesse, possiamo anticiparvi che anticamente, agli albori del trasporto con carrozze e cavalli le carrozze erano coloratissime. Come citato nell’Inventario Mandelli tratto dal volume “Le Carrozze” (Storia e immagini della collezione Piacentina) “i colori esterni sono celeste, giallo, caffè, verde e perla con filettature in rosso e nero”. Come si vede, non si parla di carrozze nere. A partire da metà Ottocento, a seguito della normalizzazione degli stili avvenuta durante il periodo napoleonico, le carrozze a tinte vivaci scompaiono e quelle ancora circolanti vengono ridipinte di nero o di scuro, tanto che un attento esame di molte carrozze del primo Ottocento attualmente esposte nei musei rivela che sotto la pittura nera esistono strati di vernici di altri colori, molto più accesi.

Tralasciando tutto il periodo che precede l’epoca d’oro delle carrozze, il trattato francese sulle pitture intitolato “La Peinture en Equipages: traité pratique et raisonné à l’usage des peintres de voiture et des carrossiers” di Paul Fleury, edito a Parigi nel 1893 ripercorre tutti i lunghi procedimenti che a fine Ottocento portavano la carrozza ad essere un capolavoro di artigianato, oggigiorno ineguagliabile nonostante il veloce procedere della tecnica. Chi ad esempio sa che un secolo fa si arrivava ad applicare fino a 15 mani ed oltre di pittura, prima di poter ritenere il lavoro concluso “a regola d’arte”? E chi ha dimestichezza con procedimenti quali il riturare, il pomiciare, la velatura che preparano il fondo per la verniciatura vera e propria di cassa e treno? Quali erano gli attrezzi e i materiali ritenuti più idonei ad eseguire un lavoro così impegnativo? Si trattava di un’opera meticolosa, fatta ovviamente con quanto era a disposizione a quel tempo, che tuttavia conferiva al veicolo un aspetto che solo pochi oggi sono in grado di apprezzare.

In questi tempi di pandemia dove tante notizie e attività culturali viaggiano esclusivamente on-line per giustificate e ragionevoli motivazioni legate alla salute e alla sicurezza pubblica, abbiamo creduto opportuno offrirvi un documento ricco di dettagli tecnici, solitamente riservati ad appassionati ed intenditori, che oggi tuttavia, proprio grazie ad una maggiore disponibilità di tempo, interesserà, ne siamo certi, schiere molto più vaste di cultori di un’arte molto particolare. Potrete così scaricare il documento con le tavole delle filettature, un utile glossario e rare immagini di pubblicità dell’epoca in PDF a fondo pagina, per poi stamparlo e gustarlo tranquillamente in formato cartaceo.

Anche se il mondo avanza velocemente con il vento del web, il settore delle carrozze ippotrainate resta sempre ancorato a vecchie abitudini tipicamente umane. Un camino acceso, il tepore della famiglia, una comoda poltrona, una tisana calda e rilassante senza additivi chimici e tra le mani una monografia che ci permetta di sfogliare le pagine una ad una, lentamente, con i nostri ritmi e i nostri tempi, senza che il solito pazzoide esaurito esca prepotentemente dal monitor a proporci la solita carrellata di 124 prodotti in offerta solo per oggi, tutti inutili, se non dannosi!

 

 

Clicca qui per scaricare la traduzione del testo in formato PDF

Clicca qui per scaricare le tavole a colori delle filettature