Ci scuseranno i nostri lettori dediti a più amene attività con cavalli e carrozze che esulano dagli eccessivi tecnicismi dello sport di alto livello se oggi ci addentriamo nei meandri dei regolamenti con elucubrazioni che a taluni possono apparire sterili: gli attacchi, che piaccia o no, sono anche questo e ad ogni inizio di stagione agonistica lo scenario muta e l’informazione non può non occuparsene.

Come avevamo preannunciato, i nuovi testi di dressage FEI 2021 per i Singoli, pubblicati il 31 dicembre 2020, a distanza di soli 10 giorni erano stati sottoposti ad una revisione. Dato tuttavia che anche le nuove versioni lasciavano in sospeso qualche precisazione, ci eravamo dati da fare per avere delle risposte prima di diffonderne la nuova traduzione in italiano, cosa che era attesa intorno alla metà di gennaio. Nel frattempo sono trascorse altre 3 settimane e tutto tace. Trattandosi di problemi che esulano dall’effettiva possibilità per gli atleti con patenti di 2° Grado e per i giudici (soprattutto in assenza di corsi di aggiornamento) di impratichirsi sulle nuove richieste, abbiamo quindi deciso di provvedere alla divulgazione delle versioni modificate in data 11 gennaio u.s. in attesa che qualcuno si degni di fugare ogni incertezza tuttora in essere.

Incomprensibile ad esempio per quale motivo il testo FEI rechi come sottotitolo la dimensione del rettangolo di 80x40m e non esista né possibilità di spunta riguardo alle due opzioni esistenti, ovvero 100x40m o 80×40 m, né siano state pubblicate due schede separate per le due misure. Noi abbiamo optato per la prima alternativa, quindi basta che la segreteria o il giudice provveda ad indicare in quale campo di gara viene presentata la ripresa.

Cosa dice il Regolamento FEI 2021 riguardo alle dimensioni del rettangolo?

Per i Pony (per i quali tuttavia i nuovi testi entreranno in vigore all’indomani dei Mondiali 2021) viene stabilito che solo nei CAIO e nei Campionati il rettangolo debba essere di 80x40m. Pur essendo auspicabile che anche nei CAI venga adottata questa dimensione per permettere agli atleti di prepararsi adeguatamente agli impegni più importanti, nulla vieta che in un CAI 2* o 3* il rettangolo più grande adottato per tutte le altre categorie rimanga invariato anche per i Singoli Pony.

Per esclusione, nei CAIO e nei Campionati TUTTE le altre categorie, compresa quindi quella dei Singoli Cavalli, dovranno adottare il rettangolo grande da 100x40m, pur non essendo vietato ai C.O. di prevedere nei CAI il rettangolo più piccolo. Allora piccolo o grande? Questo è il problema. Sta di fatto che, a seconda dell’evento, sono possibili entrambi.

Purtroppo non sono stati ancora resi noti i criteri di qualificazione per i Mondiali 2022. A seconda se verrà imposto come qualificante solo il testo 3*, i Comitati Organizzatori che finora mettevano in calendario CAI 2* si vedranno davanti ad un bivio. Ovviamente continueranno a prevedere le categorie Singoli 2* per permettere agli emergenti di acquisire lo status di Atleti 3*, ma saranno probabilmente costretti ad affiancare anche categorie con testo 3* per gli aspiranti alla partecipazione ai Campionati. Questo non è del tutto indolore, in quanto per i CAI 3* è obbligatorio un montepremi in denaro. A giudicare tuttavia dal programma del CAI di Exloo di aprile 2021 già approvato dalla FEI, l’ammontare messo in palio per la sola categoria Singoli Cavalli si limita ad un contenutissimo totale di € 500,00.

Un’altra mancanza di coordinamento tra regolamento e testi delle riprese si ha con la mancata descrizione nel primo del passo allungato e con le specifiche della spalla in dentro riferite in modo mirato al tiro a quattro, che non esegue questa figura ormai da parecchi anni.

Infine il cambio di galoppo viene descritto nei movimenti “attraverso 3-5 falcate di trotto”, mentre poi nei criteri di valutazione viene delineato come “immediato”.

In quanto ai concorsi nazionali in Italia, considerando che le nostre categorie possono contare su un numero sempre esiguo di concorrenti, vedremo quale sarà la decisione dei vari comitati organizzatori, ovvero se puntare solo sulla ripresa del 3*, il che limiterebbe tuttavia un graduale crescendo addestrativo nonché la preparazione dei binomi emergenti per i primi appuntamenti all’estero.

Insomma: al momento i dubbi permangono e all’orizzonte c’è … il buio.

Per chi volesse avere un primo approccio visivo alle nuove riprese, il campione svizzero Werner Ulrich ha pubblicato su facebook due video dei primi tentativi, facendo presente comunque che molte sono ancora le limature su cui lavorare.

Video del dressage Singoli 2* https://fb.watch/3BdL7hQtND/

Video del dressage Singoli 3* https://fb.watch/3BdVsV5LN4/

Una cosa è certa: occorreranno cavalli molto ben ginnasticati e costantemente agli ordini, soprattutto per la ripresa più difficile, perché i cambiamenti di andatura sono tanti, molte figure sono al galoppo e la spalla in dentro richiederà un allenamento mirato.

Con ciò possiamo dare inizio ai preparativi per la nuova stagione che vedrà i nostri atleti impegnati nel primi concorsi a carattere regionale già a partire dalla fine di febbraio. E allora, secondo un vecchio tormentone televisivo, “fiato alle trombe” e che si aprano le danze!

 

Testo e grafico del dressage FEI 2* per attacchi singoli

Testo e grafico del dressage FEI 3* per attacchi singoli