Si avvicina il nuovo anno e nell’aria è palpabile una tremenda voglia di fare, ma fare cosa? Portare a termine tutte quelle idee o progetti che sono rimasti incompiuti o che sono miseramente naufragati nel 2020 a causa della tremenda pandemia che ad oggi ha prodotto nel mondo quasi due milioni di morti! Comprensibilmente tutti noi appassionati di Attacchi che operiamo nel mondo del “non necessario” ci siamo trovati con il morale sotto i tacchi … o sotto gli zoccoli, come preferite. Purtroppo ci siamo trovati a combattere con un’altra “pandemia giornalistica” che a colpi di disinformazione, fake news e ingiurie di vario tipo ci ha fatto e ci sta facendo perdere il lume della ragione. Noi ci siamo allineati al pensiero di Padre Enzo Fortunato, Direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, per meglio affrontare il prossimo 2021.

https://www.huffingtonpost.it/entry/e-lora-delle-quattro-virtu-cardinali_it_5e5a6389c5b6010221114935

Non siamo riusciti a trovare nulla di meglio come strategia d’azione, vista la prorompente superiorità numerica delle testate giornalistiche che seguono un pericoloso e allarmante filo conduttore all’insegna del disfattismo!  Per rendersi conto dell’aria che tira sul mondo dell’informazione è utile consultare tutte le sere dopo le ore 24 il sito web: Il Giornalone, dove si possono vedere le prime pagine dei principali quotidiani italiani.

link: https://www.google.com/search?client=firefox-b-d&q=il+giornalone

 

Non siamo dei premi Nobel di intelligenza ma ci sembra di capire e vedere che sono tante le testate giornalistiche in edicola, ma pare  che ci sia una sola mano (pessimista) che scrive sulle prime pagine (motivo?).

 

Bilancio attività web Carrozze&Cavalli anno 2020

Potremmo dire che è andata bene, ma non sarebbe un’affermazione sincera: la verità è che è andata benissimo! Dato che in redazione abbiamo qualche capello bianco e siamo vecchi del mestiere, l’affermazione gaudente non è rivolta ai “mi piace”, ai like o al numero di visualizzazioni che sì, hanno il loro peso, ma non in maniera eccessiva. Il nostro dato più importante è che chiudiamo un ciclo di 10 anni dove in migliaia di articoli abbiamo citato fatti, persone e cose senza mai ricevere una querela per diffamazione o un rimprovero per una menzogna, anche se la semplice critica ci può stare perché le opinioni, ancorché legate a dati di fatto, sono pur sempre soggettive. Questo significa credibilità e serietà professionale, che ci ha fatto apprezzare non solo in campo nazionale, ma anche dal 15% dei nostri lettori che ci seguono dall’Australia, dagli Stati Uniti, dal Brasile, dalla Cina e da tutta l’Europa. Per raggiungere questi obbiettivi siamo stati facilitati dal fatto che a fornire certe informazioni, assolutamente liberi da qualsivoglia vincolo o condizionamento, eravamo solo noi; adesso dopo anni di cronache, reportage e foto, facciamo fatica a tirarci indietro, o per meglio dire andare in pensione, perché all’orizzonte del nostro bel paese non s’intravede al momento nessuno che abbia voglia di emulare le nostre gesta. Un compito gravoso, ve lo possiamo garantire, anche se, almeno per noi appassionati, di grande soddisfazione.

Cosa piace di più al pubblico?

Due punti fermi di successo sono il Calendario Eventi e il Mercatino vendo & scambio: il primo è indispensabile (e faticoso) per mettere al corrente gli appassionati di dove andare per vedere dal vivo cavalli e carrozze in movimento con qualsiasi casacca di appartenenza, e creare commercio in fiere e sagre, il secondo è una piccola vetrina di oggetti rari o introvabili che difficilmente scoveremmo nei tanti mercatini ambulanti. Le rubriche che però incontrano più successo restano quelle legate ai fatti e avvenimenti di Cronaca. Di quasi tutte le gare di attacchi sportivi riusciamo a fornire una dettagliata cronaca dei fatti e alle volte pure un bel resoconto fotografico che è innegabilmente di grande aiuto morale per i concorrenti di questa disciplina nell’acquisire visibilità, costretti come sono, al momento della loro discesa sul campo di gara, a contare in media su circa 15/20 spettatori “non paganti” a sufficienza in termini di soddisfazione. Stesso copione, ma con molti più spettatori, durante fiere e sagre di paese dove vengono coinvolte altre tipologie di Attacchi. Anche qui con la spietata tecnologia del web, più veloce della luce, siamo stati costretti a ridurre i tempi di pubblicazione che al momento si sono attestati sui 4/7 giorni, un notevole e giusto miglioramento rispetto alle nostre, se pur pregevoli, vecchie edizioni di C&C in formato cartaceo che producevano informazione con una cadenza di 90 giorni. Qualcuno vorrebbe le nostre cronache veloci come i post di facebook ma noi, per esperienza pregressa, diamo retta al vecchio adagio: “Presto e bene non vanno insieme”, anche se in un paio di manifestazioni spalmate su più giorni siamo riusciti nell’impresa di fornire dei reportage giorno per giorno, a spese delle ore di sonno notturne e di questo siamo orgogliosi. A dimostrazione della nostra buona tempistica potete leggere in un breve trafiletto sempre su queste pagine, le ultime notizie sul Regolamento FEI Attacchi, giusto in tempo prima della sua entrata in vigore il 1° gennaio 2021.  https://www.carrozzecavalli.net/2020/12/nessun-dorma-e-la-fei-da-il-buon-esempio/

Bilancio economico

Un grazie di cuore ai tanti amici, Signori e Signore nel vero senso della parola, che pur essendo sfruttati e sottopagati, mettono a disposizione gratuitamente il loro sapere e la loro esperienza, fornendoci articoli di grande interesse. Grazie al seppur modesto supporto economico degli amici che credono in noi ed affidano la loro visibilità alla nostra testata (https://www.carrozzecavalli.net/pubblicita/) noi della Redazione riusciamo a ripianare in parte i buchi di bilancio passivo creati dalle spese di gestione, dai trasporti e annessi e connessi.

Progetti per il 2021

Puntualizziamo subito che le nostre rubriche, quasi tutte di successo, sono divenute tali perché abbiamo dato seguito alle richieste dei nostri lettori. Nell’esercizio dell’attività giornalistica seria ed effettuata a regola d’arte, sono i lettori con le loro visualizzazioni che decretano il successo di un interessante articolo e di conseguenza dell’interesse intrinseco di un sito web. Resistiamo come i “Ragazzi del ‘99 sul Piave” a non accettare soldi per certi tipi di pubblicità che, come sapete bene, spezzano i nervi e deteriorano le capacità cerebrali, portando all’annientamento delle proprie volontà: dunque anche nel 2021 il nostro regalo salutistico per voi, cari lettori, si materializza con: www.carrozzecavalli.net

Buoni propositi raggiunti e da … inseguire!

Nel corso dell’anno un numero in costante crescita di persone ci ha scritto per sapere a chi rivolgersi per imparare a guidare una carrozza ed eventualmente poi dove procurarsi cavallo, finimenti e carrozza. Noi della redazione ci siamo attivati all’inizio del 2020 con interessanti offerte promozionali atte a colmare questa lacuna, ma purtroppo solo tre realtà hanno risposto all’appello. Alla fine poi, sono state premiate dai fatti, tanto che il Gruppo Romagna Attacchi – GRA diretto dal Tecnico Federale Ivano Cavina ha compiuto un salto di qualità senza precedenti in Emilia Romagna, e la stessa cosa dicasi per l’Associazione Friulana Appassionati Carrozze – AFAC con Presidente Bruno Cotic e per l’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Agricolo Italiano Tiro Pesante Rapido – ANACAITPR – Direttore: Giuseppe Pigozzi.  

 

Scuderia Gruppo Romagna Attacchi

 

http://www.carrozzecavalli.net/category/afac/

https://www.facebook.com/anacaitpr

 

Confidiamo in un miglioramento della situazione, non tanto per il modestissimo importo pubblicitario, ma anche per il nostro imbarazzo quando ci chiedono dove andare a imparare ad attaccare nel Lazio (?) o, come pochi giorni fa, dove prenotare una slitta in Val Badia (?). Altre richieste ci arrivano da persone a cui piacerebbe un cavallino o un asinello bravo e buono per fare tranquille passeggiate domenicali immersi nella natura: anche in questo caso ci siamo trovati contro il solito muro eretto alla fine dell’800: “Chi ha il cavallo o l’asinello buono, bravo e sano, se lo tiene per sé, non lo dà via!”. Allora che si fa? Anche qui attendiamo collaborazioni per crescere. Ci è anche capitato di alcune persone che gradivano un robusto e bel cavallone da Tiro Pesante Rapido made in Italy, ben addestrato, per lavorare piccoli appezzamenti di terra a vigna o ad orto. Anche in questo caso un muro; pensavamo ad un esito diverso nel vedere il movimento alla Fieracavalli di Verona, ma all’atto pratico nulla da fare, il compratore, soldi alla mano, ha dovuto arrendersi all’evidenza dei fatti!

Nel 2021 bisogna voltar pagina!

Oggi per acquistare un mezzo a motore si estrae il tablet e si seleziona la richiesta, un paio di clic e si ha un’idea sul da farsi. Bisogna capire che anche nel mondo del cavallo e della carrozza è la stessa cosa: il commerciante propone il suo prodotto al giusto prezzo e l’acquirente, se ha il danaro richiesto, procede all’acquisto. Chiaramente senza rate perché stiamo parlando di un lusso e, volendo, anche di un (bellissimo) vizio, ma è doveroso accontentare anche chi ha i soldi per concedersi questo lusso!

  • Concludiamo con un saluto a tutti voi cari e affezionati lettori e come regalo virtuale vi regaliamo un pacco-dono pieno di OTTIMISMO per meglio affrontare il nuovo anno. Buon 2021 !