Enrico Tortella, responsabile Attacchi FISE Veneto

 

Allenamento dei driver a porte chiuse

Un inaspettato successo ha coronato gli sforzi organizzativi di tutta l’equipe coordinata da Giustino Canteri che ha saputo gestire nel migliore dei modi la prorompente voglia di ripartire del mondo dell’equitazione. Gli addetti ai lavori scrupolosamente rispettosi delle circolari Fise ed il disciplinato pubblico che è accorso, favorito dalla bella giornata di sole, hanno dato vita ad uno spettacolo entusiasmante. Un vero e proprio test per saggiare il livello di preparazione dei cavalli che si sono dimostrati tutti all’altezza della situazione. Nonostante il fermo Covid-19 di oltre 90 giorni, centri ippici, scuderie private e atleti con passione e numeri, hanno trovato il modo per non fare soffrire più di tanto l’amico cavallo, mantenendolo costantemente in ottima forma fisica. Un bel tour de force per i gestori dei centri e per gli allenatori/istruttori che hanno dovuto sobbarcarsi l’intenso lavoro, visto il divieto di accesso alle strutture per allievi, proprietari e soci.

 

In due giorni presso gli impianti dello Sporting Club Paradiso sono scesi in campo oltre 450 cavalli di tre discipline sportive: Salto Ostacoli, Dressage e Attacchi.

 

Abbiamo raccolto alcune impressioni a caldo su questa due giorni e Davide Gallo ce le descrive così:

Un ringraziamento doveroso allo staff dello Sporting Club Paradiso, alla Presidente Fise Veneto Clara Campese e all’indispensabile supporto che ci ha fornito l’Avv. Marchiori insieme a tutto il Comitato Regionale; grazie a loro siamo riusciti, nonostante tutti e tutto, a superare i tanti scogli burocratici e amministrativi e unitamente abbiamo così provveduto a fare ripartire il nostro mondo che ne aveva tanto bisogno. Questo chiaro e netto segnale di ripartenza rappresenta anche una grande boccata di ossigeno non solo a livello sportivo ma anche a livello economico per i tanti operatori del settore.”

 

In alto da sin. Clara Campese e Davide Gallo, Giustino Canteri ed Enrico Tortella, sotto Marisa Fantato e Clara Campese

 

Marisa Fantato Vorrei sottolineare la doppia valenza di questa manifestazione che ha dato l’inizio non solo alla ripresa dell’attività sportiva, ma anche l’importanza dell’aspetto psicologico che segna il ritorno alla normalità . Lo Sporting Club Paradiso è stato il primo Circolo in Italia ad ospitare un suo Concorso Nazionale di due giorni, che in un certo senso ha fatto da apripista dopo il “lockdown”, ed io personalmente ho avuto il piacere di essere il Presidente di Giuria di questa prima e importante manifestazione italiana. Il Comitato Organizzatore ha messo in atto tutti gli sforzi per adeguare le strutture come da Decreto Ministeriale e secondo il protocollo emanato dalla Fise. Inoltre si è appellato al senso di responsabilità personale degli atleti, tecnici e accompagnatori per il rispetto delle norme. Anche se mancano poche ore al termine delle gare, sembra che tutto stia andando per il meglio, dunque … sempre avanti! “

www.sportingclubparadiso.it

fiseveneto.com

 

 

Tutti emozionati ma pronti a ripartire

 

Andrea Cazzin ed Enrico Gardin

 

Da Murelle il Team “Insieme per la stessa Passione” si è presentato con quattro equipaggi; nelle foto il binomio Andrea Cazzin ed Enrico Gardin.

 

Il Pony di Antonio Mottin attende le regolazioni tecniche suggerite da Enrico Tortella

 

Riccardo Passuello

 

Intesa sì o intesa no? Basta non perdere la calma e la fiducia

 

Alice Passuello “figlia d’arte” ha iniziato con ottimi risultati la carriera da driver

 

Alice con alle spalle il papà che controlla

 

Clemente Forni

 

Clemente Forni, dopo l’esperienza agonistica passata con un suo cavallo TPR, si prepara con il suo nuovo cavallo al salto di qualità

 

Alberto Marini

 

Anche per Alberto Marini si preannuncia un salto di qualità, il giovane cavallo Lipizzano si è presentato bene in campo

 

Enrico Tortella il “Performer” 

Siamo andati a consultare il vocabolario per trovare un termine che ben rappresenti l’operato di Enrico all’interno di un rettangolo di gara e crediamo che il termine “Performer” dalla doppia valenza ben rappresenti questa figura. Nello sport un cavallo atletico che ottenga buoni risultati si identifica con il suddetto termine, stessa cosa nel mondo degli “Artisti” che danno il meglio di sé durante un’esibizione in pubblico. Non c’è bisogno di altre parole perché nelle foto sottostanti ci sono i fatti. Fatti che ben rappresentano il mondo dell’equitazione, così distante dalle migliaia di discorsi “ipertecnologici” dal seguente target “Aria fritta saltata in padella con uno spicchio di aglio”

 

 

Nuovo cavallo anche per Enrico Tortella

 

Enrico Tortella: un’impressione a caldo nel finale di questo secondo allenamento dei driver partito due settimane or sono sempre qui a Sommacampagna.

“Questi due allenamenti per i driver che anticipano la Combinata vera e propria del 12 Luglio 2020 sempre qui allo Sporting Club Paradiso, sono stati di una estrema utilità per tutti, cavalli inclusi, per gli oramai tristi e noti motivi. Mangiare, bere, riposare e meditare, queste le attività salienti messe in pratica da driver e cavalli per quasi tre mesi consecutivi. Attività che ben si addicono ad un eremita dentro una grotta, ma sicuramente non a un binomio equestre a redini-lunghe. Nelle due prove di allenamento si sono susseguiti oltre 20 equipaggi e molti di loro partivano con un nuovo cavallo, che ben sappiamo richiedere dei tempi non veloci per imparare il mestiere. A differenza dell’automobile “chiavi in mano” e costruita in milioni di esemplari identici, il cavallo, per farla breve, è come noi: quando riposa è standard, quando deve iniziare a lavorare … auguri! ”

 

Valeria Nicolis

 

Nell’intervallo dell’allenamento di oggi, una gradita sorpresa; appena arrivata in aereo di ritorno dagli Stati Uniti d’America per lavoro, Valeria Nicolis ha fatto un salto a salutare l’amico Enrico. Sempre in tema di belle donne, dopo il caffè abbiamo stilato una classifica tra le centinaia di mascherine che abbiamo visto circolare e abbiamo premiato la più originale (naturalmente del giro degli attacchi).

 

 

Al taglio del nastro di questa manifestazione Antonella Clerici, Testimonial di FISE Veneto per promuovere la straordinarietà del rapporto uomo-cavallo.

 

Ritorniamo in campo e troviamo quella che è oramai una certezza nel mondo degli attacchi paradriving: Giulio Tronca.

 

Giulio Tronca e Flavio Tedeschi

 

Giulio Tronca, sempre super-concentrato

 

Ultimi ritocchi per migliorare le prestazioni e poi tra poche settimane tutto tornerà come prima: Giulio è l’uomo da battere!

 

Anche per il Tecnico, nuova stagione … vecchi problemi!