IMG_0760-bis

Tutti i Soci AFAC al completo hanno fatto vivere momenti di commozione al Presidente GIULIANO MAULE, rinnovandogli stima e fiducia per il lavoro svolto che, anno dopo anno, diventa sempre più complesso. 

Tenere uniti e coesi oltre un centinaio di persone tutte proprietarie di carrozze e cavalli ed impegnate in molteplici attività, non è assolutamente cosa facile di questi tempi, ma Giuliano Maule, il Direttivo e la straordinaria passione di tutti Soci-AFAC … ci sono riusciti!

PicMonkey Collage afac-2

 

 

Renato Bolzon il "Piglia-tutto" della serata!

Renato Bolzon il “Piglia-tutto” della serata!

 

Marco Andrian  senza pietà "spreme" fino all'ultimo giorno il suo aiutante-cantiniere di carrozza!

Marco Andrian senza pietà “spreme” fino all’ultimo giorno il suo aiutante-cantiniere di carrozza!

 

Giuliano Maule con Bruno Cotic

Giuliano Maule con Bruno Cotic, mattatori della serata di gala.

 

A sin. Antonio Lippi e Bruno Cotic

A sin. Antonio Lippi e Bruno Cotic

Nella foto il bravissimo e “convincente” presentatore Bruno Cotic cerca di dare “a bere” ad Antonio Lippi che le quattro bottiglie di vino pregiatissimo, rarissimo e buonissimo racchiuse nella scatoletta-rossa natalizia valgono quanto un soggiorno di sei mesi nel suo Resort (?!?)

Antonio Lippi ha confermato la sua volontà di proseguire  anche nel 2016, con la sponsorizzazione del Gran Prix di Eleganza Villa Manin, aggiungendo altri due importanti premi. A fronte di un numero di concorrenti sempre maggiore di anno in anno e Nazioni estere che sono fortemente interessate ad unirsi a quelle abituali, Antonio Lippi ha pensato di premiare per la prossima edizione, non solo il “Vincitore assoluto” ma anche i due vincitori rispettivamente della categoria Pariglie e Singoli. Ricordiamo che l’ambito premio consiste in un soggiorno gratuito per due persone (fine sett.) nell’elegante Resort di Villa Poggio Bartoli  –  www.villapoggiobartoli.it

Camicette "trasparenti" e "strette"

Camicette “trasparenti” e  Camicette “strette”

 

Bellissimi e accoglienti i saloni di Villa Manin

Bellissimi e accoglienti i saloni di Villa Manin

La Lotteria AFAC che insieme alla Cena Sociale conclude l’anno, è una delle più ricche in assoluto fra le tante che si svolgono sul territorio Nazionale. Assodato che tutti i partecipanti hanno la passione per le redini lunghe, tutti gli anni come primo premio troviamo un bellissimo finimento da cavallo singolo in cuoio. A scalare poi, coperte estive e invernali per il cavallo, fruste e una grande serie di piccole ma utilissime attrezzature da scuderia. Tutto questo riservato a tutti gli intervenuti alla serata di gala. Per quanto riguarda poi i Soci-praticanti, ad ogni manifestazione a cui partecipano viene loro assegnato un punteggio e a fine stagione chi meglio si piazza o più volte partecipa vince un premio. Anche in questo caso il primo premio per i Singoli e le Pariglie consiste in altrettanti finimenti in cuoio.  A nostro avviso, il sacrosanto principio fondamentale di  promuovere senza scopo di lucro la disciplina degli Attacchi, è stato ampiamente raggiunto e superato dal Direttivo A.F.A.C. !!

PicMonkey Collage-afac-2

Al termine del pranzo è iniziata la girandola delle premiazioni coordinata dall’entusiasmante Bruno Cotic.  Noi della redazione di C.& C. non siamo riusciti a fotografare i tantissimi premiati che si sono alternati velocemente sul palco a ricevere oltre all’oggetto fine a se stesso un meritatissimo GRAZIE!

PicMonkey Collagecena afac

 

BRUNO COTIC  L'uomo dal microfono sempre acceso!

BRUNO COTIC L’uomo dal microfono sempre acceso!

 

ANIELLO TESTA

ANIELLO TESTA

Aniello Testa, Socio AFAC e Organizzatore (in collaborazione con l’AFAC) della Trottata della Fratellanza attraverso i luoghi della Grande Guerra 1915/18, 470 chilometri da Bassano del Grappa a Gorizia in carrozza.

Riceve il riconoscimento pure lui per il lavoro svolto nell’organizzare questa piacevole trottata all’insegna della Cultura del divertimento e dello sport.

A dire il vero la “cassettina per gli attrezzi” da scuderia risulta un po’ stretta ad Aniello Testa, Bruno poteva infilarci dentro anche un nettapiedi ed una spugnetta per le narici del cavallo (se la meritava).  Noi di C.& C. abbiamo seguito quasi giornalmente (addetti-stampa) le fasi organizzative prima, durante e poi, e possiamo garantirvi che, nonostante le apparenze, è stata una impresa “titanica”. Nel caso che qualcuno armato di buoni propositi e tanta voglia di fare, decidesse di “imbarcarsi” in una simile avventura, citiamo a puro titolo di cronaca, alcuni particolari delle fasi-organizzative “preliminari”, senza soffermarci su tutto il resto, per questioni di tempo.

60 giorni al via, si stampa il “Volantino”.

Impostare la grafica con parole e colori è stato un attimo, in pochi giorni tutto era pronto poi … esattamente come 100 anni fa sul fronte del Carso, è iniziata l’offensiva all’arma-bianca dei “Loghi” di Associazioni & Istituzioni!  Alla prima prova di stampa viene dimenticato il “logo” di una Regione che tra le prime si era affrettata dare la Sua disponibilità!  Parte un controllo più dettagliato e due Ass. i cui Presidenti avevano più di una volta pranzato insieme “spalla a spalla” con Aniello Testa non hanno visto il loro “logo”!!  (A. Testa passa dall’ottico per acquistare un paio di occhiali più potenti).  Passano pochi giorni e un’altra persona che durante le “fasi organizzative” aveva collaborato con A. Testa a mangiare due fettuccine al ragù di anatra con polenta e baccalà, telefona innervosita dicendo che il “logo” della “sua-Associazione” era stato “retrocesso” in seconda fila, “mischiato” a tutti gli altri … orrore!  Aniello Testa nella tavernetta-bunker di casa medita di convocare una seduta straordinaria al Parlamento Europeo per valutare le ripercussioni Geo-Politiche in tutta Europa di quella inaudita sfrontatezza perpetrata ai danni di quella “blasonata” Associazione!!  La situazione è critica, si delinea all’orizzonte un’altra “Caporetto”, ma A.Testa, per una vita “appeso a un filo della luce” non demorde, e incurante del fuoco di “sbarramento”, prosegue l’avanzata con la sua automobile inondando il serbatoio con centinaia di litri di gasolio al fine di risolvere il problema! Dopo centinaia di km. percorsi tra “camminamenti e trincee” Autostradali, finalmente arriva il momento di andare “in stampa”. Viene convocato in Seduta Straordinaria il Direttivo AFAC per un “Summit” e parte il via-libera, tutti “loghi” sono giusti ed al posto giusto! (E’ contento anche il dott. Giusti )

Purtroppo … l’offensiva non era ancora terminata!

Aniello Testa in tutta la sua zona operativa Friulana non riusciva a trovare una Tipografia “rapida, veloce e precisa” che riuscisse a elaborare le millimetriche e delicatissime modifiche apportate dai vari interessati che “sicuramente” ad un secondo errore avrebbero fatto esplodere il Terzo Conflitto Mondiale 2015/2018 !! Con l’aiuto di un amico, un “povero-diavolo” che spesso e volentieri faceva spoletta dal Friuli a Bologna con una vecchia Fiat accidentata, riusciva in “tempi-brevi” a farsi stampare il delicatissimo “pacco” di vitale importanza “strategica”. All’alba di un lunedì mattina a 20 giorni dal via Aniello Testa con un balzo esce dalla “tavernetta-bunker” di casa e con passo deciso appoggia sul bancone dell’Ufficio Postale tutte le lettere d’invito debitamente compilate!

Bollettino della Vittoria

Rompiscatole, invidiosi e parassiti (nemico) battono in ritirata, il Prete della Parrocchia è posizionato su di un’altura di Bassano del Grappa pronto a “Benedire” gli equipaggi, gli uomini di cavalli finalmente sono pronti a … divertirsi con i loro cavalli e le loro carrozze (??).

 

PicMonkey Collage buona