SENZA FRETTA il piccolo corteo percorrerà 500 chilometri in 10 giorni.

SENZA FRETTA il piccolo corteo percorrerà 500 chilometri in 10 giorni.

Topbis

 

AL VIA LA “TROTTATA DELLA FRATELLANZA” 2015

Carrozze con cavalli ripercorrono i luoghi della Grande Guerra 1915-1918.

14 Giugno 2015 ore 9 e 38, dopo la “tripla” Benedizione del Sacerdote (una ai cavalli, una agli umani e una collettiva per il buon esito del viaggio) cinque carrozze e otto cavalli con i loro equipaggi escono dall’Agriturismo  “I Maragonsei” annesso al “Centro Ippico Bassanese” di Bassano del Grappa, per dare inizio alla “Trottata” che li vedrà percorrere oltre 500 chilometri in dieci giorni di viaggio uscendo dai confini Italiani per poi rientrare a Gorizia il 24 di Giugno per la cerimonia finale del saluto.

"LA BENEDIZIONE" Qualcuno dice che è inutile, forse dobbiamo credere ad un "Emendamento di Legge?"

“LA BENEDIZIONE” Qualcuno dice che è inutile, forse dobbiamo credere ad un “Emendamento di Legge?”

 

FLAVIO LUNARDON IL COPRICAPO TESTIMONIA LE TRADIZIONI DI QUESTE TERRE

FLAVIO LUNARDON Il cappello testimonia le tradizioni di queste terre.

La Trottata della Fratellanza 2015 è stata dedicata a tutti i fanti Italiani e delle altre Nazioni coinvolte nel conflitto, che insieme ai loro animali, arruolati “a forza” vennero coinvolti nel triste scenario della Grande Guerra 1915-1918.  Quella di 100 anni fa’, fu l’ultima guerra dove vennero impiegati gli animali, animali che già nel secondo anno di conflitto (testimonianze del mio nonno), capirono a loro spese e sulla loro pelle, che per loro era tramontata per sempre un’epoca di guerre iniziata nel 2.500 a.C. con i carri da guerra della dinastia di UR.  Gas tossici, mitragliatrici automatiche, carri armati ed i primi aerei dotati di mitraglie e bombe, segnarono il lento declino delle guerre “convenzionali” combattute “corpo a corpo”.

Torniamo ad oggi con le carrozze ed i loro propulsori a trazione-animale che al loro passo di crociera di 9/13 chilometri all’ora ripercorreranno vecchie strade ora in disuso, carrarecce con “trincee” abbandonate e lussureggianti sentieri in mezzo ai boschi con molta più tranquillità e serenità di 100 anni fa’.

LELIO GIUSTI, ideatore delle Trottate della Fratellanza in centro ad Asolo.

LELIO GIUSTI, ideatore delle Trottate della Fratellanza in centro ad Asolo.

Carrozze ferme per un bicchiere di acqua fresca.

Carrozze ferme per un bicchiere di acqua fresca.

 

Note di cronaca. Se 100 anni fa’, per i motivi che sappiamo tutti (compagno di lavoro nei campi e nei trasporti), esisteva una bella etica e forma di rispetto verso l’animale cavallo, oggi alla luce dei fatti, abbiamo constatato che circa l’80% degli automobilisti, nonostante fosse una tranquilla domenica mattina non lavorativa, erano spazientiti e poco tolleranti nei confronti del piccolo corteo di cinque carrozze dotato di auto al seguito con lampeggiante, badili per raccolta “deiezioni” e regolare targa con polizza assicurativa. In tutti i casi il “disturbo” è durato solo 23 minuti, il tempo di allontanarsi silenziosamente dalla Città con la promessa che forse torneremo a passare solo tra altri 100 anni per il “bi-centenario”.

Per quanto riguarda Autorità o Istituzioni, non ne abbiamo viste, qualcuno aveva comunicato di questo evento equestre inserito nel contesto delle Manifestazioni Commemorative della Grande Guerra, ma probabilmente tutti coloro che seguono le notizie di TV e giornali (che a nostro avviso sono tutte da verificare) avevano cose più importanti da fare.  Diciamoci la verità, le vicissitudini di gente che sotto i colpi di mortaio e raffiche delle mitraglie uscivano dalle trincee con la baionetta in canna gridando “W l’Italia!” … sono decisamente fuori moda!

OTTAVIO CHIAVARINI al cambio cavalli davanti a Villa Barbaro (Maser)

OTTAVIO CHIAVARINI al cambio cavalli davanti a Villa Barbaro (Maser)

Gli equipaggi: Ottavio Chiavarini, Aniello Testa, Mario Mascheretti, Lelio Giusti, Claudio Bartolomasi, Flavio Lunardon, Giulio Tronca, Reginato Libero e Reginato Eleonora.  Lo staff. che ha curato la partenza: Istrutt. FISE, Paolo Moro del C.I. Bassanese, Az. Agrit. “I Maragonsei”, Vanessa Marchetti, Mauro e Sofia Andolfatto.

AI TEMPI NOSTRI INDISPENSABILE L'AUTO AL SEGUITO!

AI TEMPI NOSTRI INDISPENSABILE L’AUTO AL SEGUITO!

REGINATO LIBERO e la figlia ELEONORA

REGINATO LIBERO e la figlia ELEONORA

MASCHERETTI MARIO alla partenza dall'Agrit." I MARAGONSEI"

MASCHERETTI MARIO alla partenza dall’Agrit.” I MARAGONSEI”