team italia 02 copia

La squadra dell’Italia durante la cerimonia d’apertura

Ci è voluta molta determinazione nel pensare ad una partecipazione della “Giovane Italia” ai Campionati Europei in Polonia, ma i nostri portacolori, partiti in sordina, hanno tirato fuori la grinta e hanno dimostrato che possiamo farcela! Certo, ci vuole programmazione, lavoro, motivazione, supporto, impegno – ma la voglia c’è e anche il talento da coltivare. Una buona partenza, no?

I due ottimi dressage con punteggi intorno al 49 da parte di Jasmine Lunardon e Mirko Cassotti non sono venuti dal nulla: è un po’ di tempo che questi guidatori dimostrano prestazioni in crescendo, all’altezza dei Senior contro i quali si trovano a gareggiare in patria.

Collage squadra

Le carte da giocare (da sinistra): Jasmine Lunardon, Ray Lunardon, Mirko Cassotti e la Capo Equipe e Veterinaria Tatjana Falconi

La maratona è stata invece il grande exploit di Ray Lunardon, un ragazzo “del fare”, che con i suoi 14 anni ha messo in gioco tutta la sua voglia di … arrivare primo – e ce l’ha fatta! Non solo: migliore dei nostri anche nella prova coni con una sola pallina caduta.

Per Mirko un campionato all’insegna della sua proverbiale regolarità, con la situazione sempre sotto controllo: dopo il bel dressage, un’ottima maratona nella quale si classifica terzo, e forse un piccolo cedimento dovuto all’inesperienza nel percorso coni che tuttavia gli assicurano il 4° posto in classifica finale della categoria Young Driver.

Collage Ray

Ray Lunardon, categoria Children

Per Jasmine un colpo di sfortuna nella maratona: fermata prima del secondo ostacolo che necessitava di ricostruzione e tutti che in quel frangente la tempestavano di suggerimenti quando la tensione per una situazione nuova era già difficile da gestire, non ha potuto coronare quello che a detta del capo équipe è stato un percorso magistrale, con traiettorie spettacolari, tempi da podio, ottimo controllo del pony. L’errore di percorso corretto, cosa che capita ai migliori atleti di questa disciplina dove si fa presto a infilare il passaggio sbagliato in un labirinto così simile a tutti gli altri, si paga caro, ma nulla toglie alla maestria di chi ha comunque dimostrato di essere all’altezza dei primi in classifica. La delusione si è poi riflessa sulla prova coni che le ha permesso, nonostante tutto, di risalire di 2 posti in classifica.

Collage Jasmine

Jasmine Lunardon, categoria Junior

Sicuramente positiva questa prima esperienza che ha messo in luce quanto sia determinante il confronto con “la crème de la crème” per rendersi conto che anche per noi il podio non è così inarrivabile, soprattutto consapevoli di quale sia il sostegno delle altre federazioni al settore giovanile.

Occasione importante anche per collaudare uno spirito di squadra che, se ben gestito, contribuisce in maniera determinante ad instaurare una complicità tra i concorrenti in grado di motivarli a dare il meglio di sé, oltre che per se stessi, anche per un progetto comune.

Collage Mirko

Mirko Cassotti, categoria Young Driver

La disponibilità come capo équipe e veterinario di Tatjana Falconi, convocata all’ultimo momento e senza tante promesse, è stato davvero provvidenziale, sia per il suo modo di gestire con dolcezza e fermezza al tempo stesso, un gruppo di adolescenti alle prime esperienze importanti, attorniati da trainer e groom che non sempre condividono lo stesso pensiero, sia per la competenza e lunga dimestichezza nell’assistenza agli “altri” atleti, quelli che di gambe ne hanno quattro da mantenere in piena efficienza!

medaglie copia

Le medaglie FEI, ambito premio al quale i giovani aspirano

Un bilancio positivo, viste le premesse, e la consapevolezza di dover ora battere il ferro finché è caldo, mettendo in atto tutto quanto è necessario per far progredire i talenti già esistenti, puntando al contempo su un vivaio di nuove leve determinate a fare sul serio con la prospettiva di assaporare in un tempo ragionevole il successo a livello internazionale.

team italia 09 by Tatjana

La nostra bellissima SQUADRA (da sin) Paolo Stecca e Ray Lunardon, Jasmine Lunardon e papà Flavio, Mirko Cassotti e Tatjana Falconi

Risultati

Per le gallerie fotografiche consulta hippoevent.at, hoefnet.nl e driving.pl