Exilium - Il Carnevale Romano a Fano

Exilium – Il Carnevale Romano a Fano

Roma, febbraio 2014 – In esilio da Roma, dove per cinque anni a Piazza del Popolo hanno dato vita a pluri-decorati eventi equestri apprezzati da milioni di spettatori, gli artisti del Carnevale romano sono giunti a Fano attraversando trionfalmente l’Arco di Augusto, punto terminale di quella Via Flaminia che ha inizio proprio da Piazza del Popolo.

Il gemellaggio con la città marchigiana, che era stata ospite l’anno passato del Carnevale equestre della Capitale, si è così concretizzato in una serie di iniziative all’interno del programma carnevalesco di Fano culminate nell’arrivo della delegazione di cavalieri, rievocatori e artisti in rappresentanza dei protagonisti degli storici carnevali rinascimentali e dei tanti eventi equestri di queste ultime cinque edizioni.

In testa Andrea Giovannini e Luigi Altieri con lo stendardo simbolo dell’exilium; a seguire amazzoni e cavalieri, tra cui Bartolo Messina, Roberta Di Meglio e Salvatore Improta; Chiara Cutugno; Sara Nuti e i butteri di Ponzano, Fiano Romano, Riano e Cottanello, seguiti da attori della commedia dell’arte, rievocatori storici, tamburini e sbandieratori che chiudevano la sfilata.  Riconoscibilissimi i simboli di Roma: con Cesare Augusto con la famiglia Giulia e la guardia Pretoria, interpretata dal Gruppo Storico Romano, il Papa, in veste rinascimentale, contornato di bimbi su pony e Rugantino, storica maschera della capitale.

L’esilio, dovuto alla mancata organizzazione del Carnevale Romano, è stato fortemente voluto dagli artisti, che si sono riuniti in associazione per esortare l’amministrazione della città eterna a non lasciar morire il più importante evento di piazza del palinsesto culturale della città e la più importante manifestazione equestre per numero di spettatori d’Europa.

In segno di amicizia e gratitudine per l’accoglienza, il  Presidente della neonata Associazione, Marco Lepre, ha donato a nome di tutti gli artisti un marmo-ricordo al Sindaco della città di Fano Stefano Aguzzi e al vice-Sindaco Maria Antonia Cucuzza, che hanno accolto il corteo alla porta della città.
La festa di colori, musica e coreografie, iniziata dal mattino con il Carnevale dei Bambini, si è protratta con la sfilata dei carri fino alle 18.00 di sera con un foltissimo pubblico stimato oltre le 50.000 presenze.