Da allora ad oggi, solo una cosa è cambiata; LA VOLPE che non viene più "cacciata!"

Da allora ad oggi, solo una cosa è cambiata; LA VOLPE che non viene più “cacciata!”

Di Henri Baup, a cura di Elvezia Ferrari.  Foto di Dichy Jim   

IN  CARROZZA  ALLA  CACCIA

Non solo tribune viaggianti, ma anche mezzi di trasporto per i cacciatori che si recavano alla caccia per parteciparvi in prima persona. Tra questi un Tandem assai particolare.

Le carrozze non servivano solo quali tribune viaggianti per permettere agli ospiti di osservare le evoluzioni dei cacciatori a cavallo su ostacoli mozzafiato; alcuni modelli venivano impiegati anche per trasportare i cacciatori stessi al luogo di partenza della caccia alla quale avrebbero partecipato.

Oggi desideriamo illustrare un tipo particolare di attacco che è ormai molto raro osservare, affidandoci all’immagine a firma Dicky Jim  scattata in Gran Bretagna, e precisamente a Brokhurst in Berkshire, in occasione del raduno del Tandem Club per festeggiare il trentesimo anniversario della sua costituzione.  Si tratta di un tandem con leader sellato, qui di seguito magistralmente commentato da Henri Baup, uno dei maggiori esperti di Tradizione in Francia.  Al proposito è d’uopo puntualizzare che in origine il leader non veniva attaccato con le tirelle: l’unico collegamento con il resto dell’attacco era costituito dalle redini lunghe. ( Vedere racconto della visita di A.Furger al Barone Casier riportato nel suo libro “Driving” )

LA FOTO DEL TANDEM  PRESA IN  ESAME.

LA FOTO DEL TANDEM PRESA IN ESAME.

NEL TANDEM IL LEADER E’ IL CAVALLO DI VOLATA (davanti) MENTRE IL WHEELER E’ IL CAVALLO  DI  STANGHE (dietro).

La Carrozza.  Si tratta di un tandem GIG sportivo, che non ha la silhouette classica di un grande tandem dog cart i cui passeggeri vengono mostrati dorso a dorso. Qui, guidatore e groom si trovano fianco a fianco.  Le ruote hanno un diametro medio (135-140 cm) ma la carreggiata è molto larga, il che conferisce una buona stabilità all’insieme. Il bilancino è visibile, collegato all’assale da una catena a “V” in una fodera di cuoio. I parafanghi di cuoio sono imponenti e la sospensione è semplice: tre mezze molle di cui una trasversale.

I Cavalli. Due pony Welsh sono attaccati in tandem tirella a tirella.  Il leader (cavallo di volata) “SQUIRE”, di 24 anni, è stato a lungo il cavallo da caccia di De Banween.  Appartiene a John Williams, che accompagna il guidatore. I due pony trottano con calma, il leader non è in tiro, è attento, orecchie puntate.

I Finimenti. Questi costituiscono l’originalità dell’attacco perché, pur essendo descritto dovunque come finimento classico “da caccia”, lo si vede raramente nei concorsi di eleganza.  Il wheeler (cavallo di stanghe) è vestito con un finimento di cuoio nero a collana inglese (che potrebbe anche essere di vernice). La briglia ha dei paraocchi e le rosette sono provviste di chiavi per il passaggio delle redini di volata. Il morso è un Buxton con traversa inferiore e le redini sono affibbiate alla prima chiamata.  Il pendaglio sulla fronte è inutile e il cavallo non porta la braga, come dimostrano le cambre sulle stanghe, libere di qualsiasi tipo di correggia.  Il Leader non è provvisto di sellino ma di una sella da equitazione: questo indica che verrà montato durante la caccia.  La briglia non ha paraocchi e il morso è un Pelham con le redini lunghe fissate al banco, mentre le redini corte sono fissate all’anello inferiore, pronte all’uso.  Manca a questa briglia la tradizionale campanella di argento massiccio, sospesa al sottogola, regolamentare per i membri dello storico “Tandem Club dell’Accademia Reale di Artiglieria di Woolwich” (1860).

L’Equipaggio.  Il guidatore, Simon Keesan, porta una redingote da equipaggio delle cacce di tessuto rosso con revers del collo in color argento, pantaloni da equitazione chiari, camicia bianca, cravatta da caccia e stivali con risvolti fulvi. Porta un bellissimo cilindro in piuma di seta e si presenta nel più puro stile dei cacciatori come venivano spesso ritratti nelle incisioni Inglesi di caccia.

La Frusta.  Tiene in mano, ben orientata, una bellissima frusta di spino, la cui pioggia, non legata –cosa sufficientemente rara da meritare di essere segnalata- è perfettamente arrotolata con la classica doppia ansa. Keesan  guida all’inglese secondo lo stile del “four-in-hand” (tiro a quattro) e nel momento in cui la foto è stata scattata la mano destra si trova in posizione di aiuto, vuoi per preparare una curva a destra, vuoi per far riposare la mano sinistra. La tenuta del groom-passeggero, John Williams, con una redingote nera e cilindro, è irreprensibile.

L’Insieme.  In questo equipaggio, mezzo nero, mezzo bianco, con cavalli dalla bella andatura, l’abito rosso del guidatore aggiunge una nota eclatante che ne fa l’archetipo di un tandem sportivo Inglese perfettamente armonioso. Complimenti!

TANDEM di YVES DAUGER  con sella da amazzone e l'Amazzone al fianco del guidatore

TANDEM di YVES DAUGER con sella da amazzone e l’Amazzone al fianco del guidatore

PicMonkey Collage1tandem

Il profondo rispetto delle antiche regole del Galateo. "POSSO ESSERLE D'AIUTO PRIMA O DOPO LA CACCIA ?!?!

IL PROFONDO RISPETTO PER LE ANTICHE REGOLE DEL GALATEO : ” Posso esserLe di aiuto prima o dopo la Caccia ?!?! “

tandem montato copy bis