CAVALLI NELLA BIBBIA-1bis

 

PicMonkey Collagebis autori

 

Don  Marino Dalè  autore della trasposizione e dei commenti dei      Sacri testi della Bibbia.

 
Per le illustrazioni  realizzate in esclusiva  per noi di   C.&C.  ringraziamo il  Prof. Giovanni Caselli.
             
  A CAVALLO  TRA  LE  PAGINE  DELLA  BIBBIA
Introduzione di Don Marino Dalè
Per gli appassionati di Cavalli, cavalcature e affini che non vogliano limitare la loro competenza ad aspetti tecnici o sportivi ma che sono disposti a completare le loro conoscenze del variegato e affascinante mondo equino, risulterà assai interessante un percorso che ci faccia scoprire la presenza del cavallo e relativi mezzi di trasporto ad esso legati , nella letteratura. Ovviamente, essendo un prete, cerco di tirare l’acqua al mio mulino e ,subito, individuo , tra le svariate opere letterarie ricche di riferimenti: la Bibbia. Per molti il fatto che la Bibbia sia un libro sacro costituisce quasi un tabù nel considerarla anche una grandiosa e splendida opera letteraria che può essere letta anche con gli occhi del “profano” alla ricerca di tanti riferimenti utili, simpatici, interessanti, affascinanti e chi più ne ha più ne metta. Con una premessa di questo genere non si può fare altro che gettare uno sguardo all’indice delle parole usate nella Bibbia stessa,e , stando all’indice compilato nella versione offerta dal sito del Vaticano, veniamo a scoprire che la parola “cavallo” ricorre 37 volte, 157 nella versione plurale di “cavalli”, 1 cavalla, 1 cavalle, , 32 volte il verbo cavalcare coniugato in vari modi, 89 tra cavaliere, cavalieri e cavalleria. . Insomma un bel numero di volte viene citato il quadrupede nostro amico, escludendo asini, somari ed altri animali da tiro,da soma ecc. Ce n’è quindi ben donde nell’antico testo biblico di riferimenti al cavallo per divertirci, con licenza parlando, nel vedere che cosa combinano questi cavalli su e giù tra le sacre pagine.
Tutti comprenderanno che non si tratta di fare esegesi biblica dottorale, nemmeno di ricavare sensi reconditi e interpretazioni strettamente accademiche. Per questo esistono studi e pubblicazioni “ad hoc”. IL nostro intento è ben più semplice. E’ quello di legare la passione per i cavalli, le carrozze e in generale questo mondo particolare ,con il mondo biblico e …chissà ..magari trovare anche qualche spunto di riflessione per laici e credenti….
CAVALLO E VIPERA CORNUTA bis
Strano ma vero, il primo riferimento all’equino quadrupede l’abbiamo nel libro della genesi, il primo dei numerosi che compongono il sacro testo. In realtà il povero animale fa una pessima fine. Giacobbe, che in gioventù da soppiantato il fratello gemello Esaù facendosi cedere il diritto di primogenitura per un piatto di legumi, che ha lottato con Dio sul fiume Jabbok ricavandone una sciatica dolorosa, finalmente giunge al termine dei suoi giorni e si sente in dovere di benedire i suoi figli . Nel discorso che Giacobbe fa sul loro destino ( che daranno origine alle dodici tribù d’Israele) prima di spirare , Dan ( uno dei figli di Giacobbe) è paragonato a una vipera cornuta che agisce scaltramente mordendo i garretti del cavallo per far cadere il cavaliere. Come è facile intuire, il linguaggio biblico è molto plastico e usufruisce di molte situazioni ben conosciute dai lettori del tempo. Non era infrequente che capitasse a un cavallo che attraversava zone impervie e sassose, oltre che desertiche, di incappare in una vipera cornuta. Il risultato, ovviamente era quello dello spavento e dell’avvelenamento del cavallo il quale reagiva “in primis” disarcionando il cavaliere…
Insomma come inizio di una presenza non è poi così lusinghiero. Un cavaliere che cade, un cavallo avvelenato da una vipera cornuta …ma … nella prossima puntata non succederà di meglio ai nostri amici equini … ne vedremo delle belle …
Don Marino Dalè
Tutta la serie dei racconti, volutamente a “puntate” o  “in pillole” per non  annoiare nessuno , li troverete sempre presenti nella nostra Rubrica  LIBRERIA  e con un semplice clik  potrete anche stamparli, il tutto completamente offerto da noi della Redazione con il consenso e l’approvazione … DEL  SUPREMO. (Speriamo)
Buona Lettura.