PicMonkey Collage1

nuovo programma carro      bis zze-001-001

Fasano 10bis3

A SELVA  DI  FASANO  CAVALLI, GENTILDONNE & CARROZZE  ILLUMINANO LA NOTTE.

Eccoci a Fasano il Comune più popoloso della Provincia di Brindisi, antico Feudo dei Cavalieri di Malta, terra ricca di leggende e condottieri dalle origini antiche come attestano le rovine dell’antica città Romana di Egnazia oggi sito archeologico di grande interesse.  Qui il segno dell’uomo è facilmente percepibile in una terra scolpita da grandi distese di cereali, uliveti e seriose Masserie.

PicMonkey Collage11

  Masserie che si scorgono in lontananza, fuori dai centri abitati, incastonate qua e là come pietre preziose, gioielli di una civiltà che fu e che oggi disperatamente si cerca di riesumare.  Percorriamo otto chilometri fuori dal centro abitato ed eccoci a SELVA  DI  FASANO dove, come detto poc’anzi, un gruppo di persone amanti delle antiche Tradizioni-Equestri ha dato vita ad una suggestiva sfilata di antiche carrozze e calessi d’epoca coadiuvati dal “buon cavallo” senza il quale …   A descriverci il tutto il Sig. GIUSEPPE  ANGIULLI, Presidente della S.I.A.T. , esperto di attacchi Pugliesi ed uno degli organizzatori dell’evento.

PicMonkey Collage2

Nella Selva di Fasano, tuffo nella Tradizione targata “docg”  (A cura del Sig. Giuseppe  Angiulli )

Lo sviluppo delle zone di villeggiatura si consolidò con l’avvento e la diffusione delle carrozze. Su queste parole si è sviluppato il dibattito che preludeva alla sfilata del giorno successivo, due eventi che hanno dato alla Selva di Fasano, nelle giornate di sabato e domenica 20 e 21 luglio 2013, un’immagine dal piacevole gusto retrò.

PicMonkey Collage6

 

Sabato 20 in un’atmosfera ovattata dagli alberi e dall’allestimento di via Toledo sulla Selva di Fasano, il Sindaco della città ha aperto i lavori portando i saluti a tutti i presenti.

La buona riuscita della manifestazione, voluta dal Signor Enzo Cardone per il Comitato Silvano e dal sottoscritto per la Società Italiana Attacchi di Tradizione, ha avuto grande risonanza anche grazie alle personalità che nelle due giornate hanno presenziato sia al convegno dibattito che alla sfilata, costituita da un cospicuo numero di ottimi attacchi.

 

Il Prof. Leonardo Bianchi di Portici (NA), nell’esporre  quello che fu lo sviluppo dell’uso della carrozza nel Regno delle Due Sicilie, ha catalizzato l’attenzione di un pubblico attento e curioso con aneddoti altrimenti inesplorati, visto anche il suo alto lignaggio e le sue conoscenze.

Il Prof. Bianchi, oltre che illustre cattedratico, ottimo cavaliere ed esimio interprete del cavallo attaccato, è un affermato collezionista di carrozze d’epoca gelosamente conservate nel suo Museo presso il Castello di Belvedere in Portici (NA), sua dimora, e vanta una stretta familiarità con le famiglie Reali dei Borbone e dei Savoia, per cui la sua conoscenza spazia tra storia scritta e aneddoti familiari.

Fasano 09bis

 

 

Altra presenza di tutto rispetto che ha dato un tocco in più all’anima pugliese dell’evento è stata la Famiglia Massari di Ostuni (BR), antica casata di proprietari terrieri che abita ancora una delle più belle masserie in stile barocco tuttora esistenti in Puglia.

La propria masseria della metà del 1700, conservata in modo impeccabile ed in stato originale, conta una collezione di carrozze d’epoca tra le quali, accanto alle carrozze di famiglia di uso quotidiano, primeggiano pezzi di gran pregio come un meraviglioso Park Drag.

Il Signor Vincenzo Massari ha contribuito ad incuriosire il pubblico, ripercorrendo la storia dei più grandi costruttori di carrozze di tutta Europa, soffermandosi in modo particolare sui costruttori del Regno Borbonico.

PicMonkey Collage4

PicMonkey Collage5

A sua volta il Dott. Pasquale Sollazzo, Direttore dell’Ufficio di Incremento Ippico di Foggia, ha messo in evidenza il grande compito svolto, anche nel XXI secolo, dall’Ufficio da lui diretto, sia nello sviluppo del cavallo in generale, sia nell’attribuire visibilità al patrimonio esistente in regione, portando a compimento nel 2012 la realizzazione della “Mostra Permanente delle carrozze d’Epoca”  dove sono ben conservati quaranta legni, tutti d’epoca, di cui ventuno donati dalla famiglia Pedone di Foggia e per questo intitolata a “Michele ed Antonio Pedone”, mostra che conta migliaia di visitatori ogni anno, comprese numerose scolaresche grazie alla sensibilità e all’interesse dimostrati dall’Ufficio Scolastico Regionale.

Fasano 11bis

 

La giornata di sabato si è conclusa con  un ricco buffet di prodotti tipici pugliesi offerti gentilmente dal Pastificio Cardone, il tutto innaffiato da un ottimo vino delle Cantine Amastuola.

Sotto l’abile regia di Enzo Cardone e dell’Avv. Michele Santoro, in un viale Toledo sapientemente abbellito da un vivaista  fasanese, si è svolta domenica 21 una sfilata che ha dato alla Selva, se ce ne fosse bisogno, quel tocco di magia e di classe da inizio Novecento, quando queste vie erano percorse da carrozze e cavalli delle famiglie aristocratiche che villeggiavano in questo luogo, a pochi chilometri dal mare e dalla capitale mondiale dei trulli, Alberobello. Non a caso anche lo stile delle ville richiama fortemente nei terrazzi i coni che sovrastano i trulli.

PicMonkey Collage3

 

In questo scenario carrozze e cavalli con equipaggi finemente assortiti hanno allietato la vista dei tanti turisti e villeggianti, i quali hanno dimostrato con forti applausi di gradire, ascoltando con attenzione il commento di uno speaker d’eccezione, il gentilissimo Avv. Miche Santoro, appassionato  conoscitore di carrozze.

 

La presenza del Prof. Bianchi, del Dott. Massari e del Dott. Sollazzo è servita oltre che a dare lustro all’evento a poter dispensare all’occorrenza  suggerimenti su qualche sbavatura presente in qualche attacco.

A fine serata la presenza delle autorità cittadine ha suggellato l’impegno affinché questo sia l’inizio di un nuovo appuntamento da ripetersi nel 2014, a Fasano Selva, ormai facente parte del circuito internazionale di rally e già patria, sino al secolo scorso, dei migliori costruttori di calessi di tutto il sud l’Italia e dei migliori cesellatori  di alpacca (metallo che rivestiva i finimenti pugliesi), nonché di ottimi artigiani che hanno dipinto in stile liberty i migliori traini pugliesi.

 

Giuseppe Angiulli, Presidente S.I.A.T.

 

per una galleria di foto vai al sito:

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=447191202055551&set=a.447186188722719.1073741827.100002940262723&type=1&theater

output_media (5)bis

www.comune.fasano.br.it