Stai guardando: Home » Costume e Societa', In Evidenza, AFAC » A Gonars si chiude in bellezza la stagione sportiva 2018 firmata AFAC

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A GONARS (UD) SI CHIUDE IN BELLEZZA LA STAGIONE SPORTIVA 2018 FIRMATA AFAC – Associazione Friulana Appassionati Carrozze

 

La lunga parabola di manifestazioni ed eventi organizzati dall’Associazione Friulana Appassionati Carrozze (AFAC) è arrivata al capolinea anche in questo 2018 e come da copione si esaurisce qui a Gonars in concomitanza con la tradizionale Festa d’Autunno. Ultimo impegno con le redini in pugno per tutti i Soci prima della cena di gala nei prestigiosi locali del ristorante Il Doge di Villa Manin dove sabato 24 novembre 2018 alle ore 20 il Presidente Giuliano Maule consegnerà i premi agli equipaggi che più si sono distinti nel corso dell’anno.

 

PARTENZA PER LA PASSEGGIATA NELLE CAMPAGNE CIRCOSTANTI

 

 

Brava ed elegante Marika Franciosi alle redini di due vivaci Hackney

 

 

Preparativi per la partenza della passeggiata nelle campagne circostanti

 

 

Torniamo ora a Gonars dove a poche centinaia di metri dal centro storico del paese è situato il campo in erba che ospiterà la manifestazione odierna  magistralmente organizzata come tutti gli anni dal Socio AFAC Renato Bolzon. La formula vincente e pluri-collaudata di quasi tutti gli eventi AFAC riflette appieno i desideri e le aspettative di tutti i Soci proprietari di cavalli e carrozze: una bella trottata mattutina nelle campagne circostanti per scaldare i tendini dei cavalli, una sosta per l’aperitivo presso un Agriturismo o Azienda Vitivinicola dal cuore d’oro e dall’animo gentile che voglia bene ai cavalli, un pranzo in allegria con ripetuti e prolungati brindisi per suggellare nuove amicizie e tonificare il fisico per la gara agonistica pomeridiana. Filo conduttore di tutta la manifestazione, la voglia di passare una giornata in allegria (85%) mentre per il rimanente 15% persiste un’antica tradizione che da sempre tiene banco su tutti i campi di gara: “Il mio cavallo è più bravo del tuo!”.

Quest’anno l’autore della locandina pubblicitaria dell’evento ha lavorato di psicologia e nel programma ha inserito una prova di abilità inusuale per questi incontri, dal tipico nome transalpino: Remisage (dal francese mettere al riparo una carrozza all’interno di una rimessa)

La frase elegante e ben posizionata sulla locandina ha sortito gli effetti desiderati convogliando a bordo campo alcune decine di spettatori curiosi e qualche equipaggio in più, desideroso di mettersi alla prova in questa manovra non del tutto facile. In tutti i casi a conti fatti i partenti erano 17 e quasi un centinaio le persone ad assistere alle due distinte prove, favoriti anche dalla stupenda giornata di sole con temperatura primaverile che indubbiamente ha contribuito notevolmente alla riuscita della manifestazione.

 

Attraversamento di Gonars

 

 

 

Paesaggi rilassanti privi di mezzi a motore

 

Tutti pronti per la prova di Remisage nel cortile dell’Azienda Agricola Serafini

 

 

L’Azienda dispone anche di una bella sala accogliente per assaggiare i vini prodotti in loco

 

Grande ospitalità da parte della famiglia Serafini che ha preparato una ricca tavola imbandita per gli stanchi, affaticati, impolverati e assetati guidatori. Grazie!

 

 

 

INIZIA L’IMPEGNATIVA PROVA DI “REMISAGE”

 

Il Remisage, la retromarcia, l’indietreggiata, cosa fare?

La prima cosa da fare è quella che facciamo noi in redazione: chiarezza sui nomi. Il Remisage  è una parola francese che si usa in Francia e viene praticata sui campi di gara dai francesi, noi siamo italiani dunque passiamo oltre. La retromarcia è una manovra che si effettua sull’automobile azionando la leva del cambio meccanico che inserisce la marcia-indietro, a noi appassionati della trazione animale non interessa. La parola giusta è l’indietreggiata dove il buon cavallo, per nostra fortuna “abitudinario” che, previa qualche oretta di allenamento nei modi dovuti, si può fare andare di qualche passo indietro, ovverossia … indietreggiare. Il segreto di questa manovra risale all’invenzione degli istituti scolastici (scuola); se al bambino non gli insegni a scrivere poi da grande non sarà capace di leggere! Anticamente quando esisteva solo la trazione animale, le vetture pubbliche di piazza parcheggiavano agilmente in qualsiasi condizione di traffico, mentre a fine lavoro sistemavano la carrozza nella rimessa con una rapida e pluri-collaudata manovra; quale il segreto di tanta dimestichezza? Semplicissimo, un tempo per motivi di lavoro si tenevano le redini in mano 8 ore al giorno, oggi per il nostro tempo libero e i nostri passatempi preferiti si attacca il cavallino 8 ore ogni due mesi, se non piove. Al ritorno dalle passeggiate di questo XXI secolo poi, si staccano i cavalli davanti al box o al lavaggio e da soli o con un amico, a forza di braccia e dopo ripetute manovre si sistema la carrozza nel garage … non c’è la più vaga traccia di remisage!

 

 

I concorrenti uno a uno si alternano, qui Gabriele Simion

 

Rilassato e sicuro di se stesso Renzo Pezzutto con il cavallo Gigio

 

 

Concentratissimo Renato Bolzon

 

 

Primo classificato (manco a dirlo) Renzo Pezzutto con il cavallo Gigio mentre stringe la mano al titolare dell’Azienda Carletto Serafini

 

 

Il poliedrico, tuttofare e onnipresente Presidente dell’AFAC, Giuliano Maule (nella foto in alto) ha voluto rilasciarci una sua dichiarazione tra un intervallo e l’altro della sua impegnatissima giornata lavorativa odierna:

G. Maule “Posso veramente ritenermi soddisfatto di questa bella squadra di Soci i quali, nel corso di ogni anno, riescono sempre ad inventarsi nuove iniziative all’insegna dell’Agonismo, del Turismo e della Tradizione. La cosa che mi fa ancora più piacere è vedere che dopo anni di lavoro insieme l’Associazione con i suoi Soci riesce sempre a mantenersi viva organizzando eventi di grande caratura tecnica. Davanti a noi un 2019 con molte incertezze, incertezze e problematiche però facilmente risolvibili se tutti i Soci lavoreranno a favore dello sport e dell’Associazione Friulana Appassionati Carrozze.

 

 

Renzo e il suo equipaggio le studiano tutte!

 

 

 

 

ORE 15 DEL 14 OTTOBRE 2018  –  7° FORMULA SPORT ATTACCHI AFAC

__________________________________________________________

 

 

Renato Bolzon, 2° Classificato Categoria Singoli

 

(Dall’alto) Marco Andrian (fuori concorso) e Pierino Bonessi (3°Class. Cat. Singoli)

 

 

In senso orario: Antonello Pessot, Angelo Da Frè, Mario Gambellin e Aldo Ariis

 

(Dall’alto) Renato Todone (2°Class. Pariglie) e Samuel Muccin (3°Class. Pariglie)

 

(Dall’alto) Alessandro Cattarin  e Gabriele Simion

 

Bozidar Mrsic

 

Gianni Busechian alle redini dei due maestosi cavalli “Clydesdale” che devono il loro nome alla Valle di Clyde in Scozia.

 

Qualche novità in campo

Ad ogni manifestazione i numerosi Soci AFAC riescono a suscitare interesse e stimolare nuovi appassionati ad entrare nel circuito dei praticanti delle redini lunghe firmate AFAC, e anche oggi è andata così; infatti tra i partecipanti troviamo Bozidar Mrsic arrivato dalla Slovenja e titolare del Centro Ippico “Country House Lokev”. Più vicino a Gonars, ma con i cavalli arrivati da molto lontano, troviamo Gianni Busechian, in compagnia della figlia Sara oggi veterinaria di servizio, il groom Paolo e il cane pastore australiano Connor, tutti comodamente seduti sulla wagonette trainata da due stupendi esemplari di cavalli di razza “Clydesdale”.   Ultima novità della giornata la “debuttante” Giada Bratti, da oltre un anno presente in tante manifestazioni AFAC insieme al nonno Mario Gambellin e da qualche mese impegnata per diletto con le redini in pugno durante le tante passeggiate a lungo raggio organizzate dal Socio AFAC Aniello Testa. Anche se titubante ed emozionata nella giornata odierna è stata incoraggiata con un tifo da stadio da amici e pubblico presenti fino a quando ha indossato tartaruga, caschetto e afferrate le redini ben salde in mano ha fatto vedere di che pasta è fatta! Era da prevedere, come tante donne di cavalli parlano poco e fanno dei fatti, tanto che è riuscita a ben figurare nella difficile e impegnativa categoria delle Pariglie, regno incontrastato di guidatori esperti di lunga data come Ivan Pernarcic e Renato Todone.

 

Giada Bratti prima e durante la gara.

 

 

 

 

 

 

LE PREMIAZIONI

_____________________________________________________

 

 

Ivan Pernarcic   1° Class. Categoria Pariglie

 

Renzo Pezzutto  1° Class. Categoria Singoli

 

Come tutti gli anni, per la cerimonia delle premiazioni interviene personalmente il Sindaco di Gonars (UD), Marino Del Frate

 

 

 

 

Il Sindaco oggi presente con la sua Signora, premia Giuliano Maule e Renato Bolzon per la perfetta organizzazione dell’evento

 

 

Discorso di ringraziamento a tutti i partecipanti del Sindaco di Gonars Marino Del Frate

 

Scade dopo quasi 10 anni il secondo mandato del Sindaco di Gonars (UD) Marino Del Frate e gli abbiamo chiesto se gli eventi AFAC con cavalli e carrozze sono stati graditi dalla comunità e dall’Amministrazione Comunale. 

 

Marino Del Frate: “L’ iniziativa degli amici dei cavalli e delle carrozze è ormai, per il Comune di Gonars, un punto fermo ed irrinunciabile  della manifestazione più importante della nostra comunità che è la Festa di Autunno insieme alla Festa della Primavera.
Il sottoscritto e tutti gli amministratori sono contenti ed orgogliosi di ospitarvi perché oltre al piacere di vedervi sfilare per le vie della nostra comunità con i vostri bellissimi animali, avete dimostrato sempre disciplina e serietà e avete pubblicizzato il nome di Gonars al di fuori del territorio comunale. Spero che anche nei prossimi anni riproporrete la vostra manifestazione nel nostro comune.
Carrozze & Cavalli: “Lei è decisamente ben voluto da tutta la cittadinanza e abbiamo sentito parlare di un “bel gesto” da parte sua a favore della cittadinanza di Gonars.”
Marino Del Frate: “Io sono Sindaco da nove anni e mezzo e il mandato scade nell’aprile del 2019, secondo la legge regionale attuale non potrò presentarmi alle prossime elezioni (se la legge non cambia). In questo mandato ho rinunciato al mio stipendio di amministratore che è stato devoluto alle persone in difficoltà per mancanza di occupazione, specie padri di famiglia, non come mero sussidio ma come dignitoso incarico lavorativo per piccole attività svolte a favore della comunità.” 
 _____________________________________________________________
______________________________________________________________

Il Sindaco non era mai salito sopra una carrozza da competizione e oggi Alessandro Cattarin lo ha accontentato!

 

 

Alessandro Cattarin ospita in carrozza il Sindaco di Gonars Marino Del Frate

 

 

 

 

Un folto pubblico approfittando della bella giornata si è riversato a bordo campo per seguire da vicino le performance degli amici impegnati nella competizione di attacchi. E quando ci sono troppi occhi a guardare alle volte notano particolari che solo due occhi non riescono a vedere!

 

 

Renzo Pezzutto alla partenza con la Groom e il Giudice di Campo (maglietta bianca + barba) tutti e tre … troppo sorridenti.

 

Primo classificato Torneo Nazionale di “Remisage” – Renzo Pezzutto!

Primo Class. Cat. Singoli  7°Formula Sport Attacchi AFAC – Renzo Pezzutto!

RENZO PEZZUTTO  pluri vincitore con merito oppure … ?!?

 

Una vittoria ogni tanto va bene, due vittorie in un anno fanno parte gioco, ci stanno, una medaglia guadagnata all’estero non è male, ma che oggi il cavallo GIGIO con i suoi 26 anni sulla groppa abbia trascinato alla vittoria due volte consecutive in poche ore e nello stesso giorno il suo Driver Renzo, è uno schiaffo morale e una dimostrazione di forza e prepotenza equina troppo grande che qualcuno non ha gradito! Fatto sta che a fine gara sono iniziate a circolare voci di possibili brogli equini! Qualcuno si è rivolto alla Commissione Disciplinare AFAC per le giuste o meno giuste rimostranze. Due i ricorsi pervenuti. 1°) Il sospetto che durante la competizione avesse partecipato un “purosangue arabo” di 7 anni, travestito da Gigio con certificati e libretti falsificati è risultato poco credibile e subito archiviato.  2°) Tutti i sospetti al vaglio della Commissione si sono concentrati sulla “strana” composizione dell’equipaggio. Le foto pervenute alla Commissione Disciplinare AFAC parlano chiaro e non lasciano adito a dubbi.

 

Renzo Pezzutto alle redini e altre due persone in carrozza visibilmente affiatate e legate da grande amicizia durante la passeggiata mattutina nei dintorni di Gonars

 

 

 

Durante la tranquilla passeggiata mattutina al fianco di Renzo Pezzutto troviamo una giovane fanciulla e un uomo alto e di robusta corporatura con barba, tutti e tre in atteggiamenti confidenziali che lasciavano presagire amicizie e legami da lunga data. All’inizio della gara finale per l’assegnazione del prestigioso trofeo di fine stagione AFAC sulla carrozza al momento del via troviamo solo la giovane fanciulla in veste di groom, l’uomo con barba non c’è! L’uomo alto e dalla robusta corporatura con barba, guarda caso, lo ritroviamo al centro del campo in veste di Giudice agli ostacoli!!

 

Come finirà?  Lo saprete alla prossima puntata! Continuate a seguirci.

 

 

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design