Stai guardando: Home » Sport, In Evidenza » Europeo Haflinger a Stadl Paura dal 22 al 25 agosto


fonte: AMHAS 

http://www.haflinger-world.com/it-euch20180/

È difficile trovare a livello mondiale un’altra manifestazione in cui un’unica razza sia al centro dell’attenzione per così tante discipline: dressage, salto ostacoli, concorso completo, attacchi, discipline western, salto in libertà, mountain-trail e, visto che di un campionato europeo si tratta, una coppa delle Nazioni come gran finale!

Un po’ di numeri per illustrare bene il tutto: Si sono iscritti più di 370 partecipanti con circa 330 cavalli, da 13 diverse nazioni.

Saranno assegnati 20 titoli di campionato in diverse discipline e categorie. Parliamo del maggior numero di partecipanti dal lontano 2003, anno della prima storica manifestazione. Una prova inconfutabile che il Campionato Europeo si sta sviluppando nella giusta direzione.

I migliori Haflinger del mondo a livello sportivo si sono dati appuntamento Il Campionato viene organizzato ogni tre anni e ciò offre la possibilità ad atleti e allevatori di scegliere con consistente preavviso i cavalli e le discipline su cui concentrare gli sforzi, anche perché i cavalli gareggiano in categorie diverse a seconda della loro età.

L’organizzazione e la logistica rappresentano una sfida significativa per l’Associazione Mondiale Haflinger Allevamento e Sport AMHAS, che ha trovato a Stadl Paura un organizzatore competente, con grande esperienza di tornei in campo internazionale e un’ampia struttura a disposizione. In servizio ci saranno due veterinari, quattro costruttori di percorso, due cronometristi, 15 giudici e tre steward. Il delegato tecnico Roland Morat, che negli anni ha avuto modo di seguire molto da vicino lo sviluppo del Campionato, si mostra molto soddisfatto.

“Questa crescita testimonia quanto il Campionato sia amato e tenuto in grande considerazione dagli sportivi equestri e di conseguenza anche dagli allevatori. L’atmosfera è calda già ora, durante i preparativi: Stadl Paura è una location perfetta, dal punto di vista tecnico e logistico, per uno svolgimento senza imprevisti. Le giurie sono d’alta qualità e sono state selezionate scrupolosamente, per tutte le discipline c’è un presidente FEI. Fa inoltre piacere che nei giorni scorsi abbiamo dovuto incrementare il numero di giudici per il dressage, vista la quantità di iscrizioni.”

Una razza per tutte le discipline sportive equestri Il Campionato è interessante per il mondo degli Haflinger anche perché, confrontando le varie nazioni, è possibile identificare la diversa importanza data all’allevamento e lo sport, nonché la suddivisione fra le differenti discipline, anche per quanto concerne risultati e medagliere. Il livello negli attacchi, ad esempio, si mantiene elevato per tutte le nazioni, vista la partecipazione di numerosi driver di esperienza, che competono regolarmente in tornei internazionali aperti a razze diverse.

Le parole di Bettina Aeschbach, della Federazione Haflinger Svizzera, spiegano chiaramente quanto possano variare le condizioni fra i diversi Paesi: “La squadra svizzera è di dimensioni contenute, ma in gamba! Malgrado la nostra Federazione debba fare i conti con problemi economici e gli sportivi siano costretti ad autofinanziarsi, abbiamo un team fantastico. Tutti gli atleti che prenderanno parte all’EUCH sono preparati al meglio e non vedono l’ora di partecipare.

Il concorso completo e le discipline western sono le più gettonate dalla nostra piccola squadra. Abbiamo appena 3 concorrenti per ciascuna disciplina, ma sono motivatissimi! I preparativi procedono bene. L’unica noia per quanto ci riguarda è che non siamo membri dell’UE, dobbiamo quindi far fronte ad un sacco di formalità doganali e ai relativi costi. Ma le cose stanno così!” Condizioni molto diverse da quelle che troviamo in Germania, quindi, dove le pratiche per l’iscrizione sono gestite dalla Federazione Equestre Tedesca (FN). Teresa Dohms Warnecke dell’FN ci racconta: “Abbiamo ora i nominativi degli iscritti tedeschi e siamo felici di presentarci con più di 40 cavalli dalla Germania.

La maggior parte delle iscrizioni riguarda il dressage con 21 cavalli annunciati, dai cavalli giovani fino alla categoria difficile. Naturalmente contiamo di ottenere buoni piazzamenti in questa, così come nelle altre discipline, e di portare a casa un paio di medaglie per la Germania.”

La nazione maggiormente rappresentata è l’Austria, con ben 138 cavalli annunciati, principalmente nel dressage, seguito dal salto ostacoli, dal concorso completo e gli attacchi; il vantaggio, dal punto di vista geografico, si fa decisamente sentire. Motivazione, entusiasmo e successo L’edizione 2015 del Campionato Sportivo Europeo Haflinger si tenne a Vermezzo, in Italia, nei pressi di Milano. I ranghi della squadra italiana erano ovviamente molto più folti in quell’occasione rispetto a quest’anno, per via della comoda posizione geografica. “Il team italiano è caratterizzato da una forte presenza femminile, anche per quanto riguarda discipline tradizionalmente dominate dagli uomini, come gli attacchi.

I cavalieri western sono ben rappresentati, forti dei risultati positivi ottenuti nelle edizioni precedenti. Anche nel salto ostacoli abbiamo diversi ‘habitué’, mentre alcune concorrenti nel dressage sono alla prima esperienza nel Campionato Sportivo Europeo”, spiega Luca Agosti dell’Associazione Nazionale Italiana ANACRHAI. Squadre piccole ma molto motivate provengono anche dagli altri Paesi membri dell’AMHAS, come Francia, Danimarca, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lussemburgo o Olanda, il cui impegno è preso in grande considerazione e verrà certo premiato da successi sportivi.

L’AMHAS è una garanzia per gli Haflinger – nell’allevamento come nello sport Il Presidente dell’AMHAS Lukas Scheiber è giustamente fiero dell’evento: “L’AMHAS ha potuto rilevare una manifestazione di successo e siamo fieri che essa sia in continua crescita: il numero di atleti, di cavalli, di discipline e anche il livello qualitativo aumenta costantemente. Pianificare l’evento su base triennale funziona bene, è ora fondamentale per il mondo degli Haflinger trovare location adatte e in posizione centrale, in modo da poter mantenere questo trend anche in futuro.”

Tra i compiti principali dell’AMHAS c’è anche quello di esaltare il valore aggiunto del Campionato agli occhi degli allevatori, visto che le prestazioni sportive dei cavalli Haflinger rappresentano un criterio essenziale per la selezione: elaborare i risultati e mettere i dati a disposizione degli allevatori è quindi di estrema rilevanza, dice Scheiber. Tutti i partecipanti, i collaboratori e gli spettatori, con le diverse discipline, nazioni e lingue, costituiscono in fin dei conti un’unica, grande comunità degli Haflinger, che non ha niente da invidiare in quanto a passione.


info: http://www.haflinger-world.com/fileadmin/user_upload/europachampionat/2018/EUCH_2018_Presse_IT.pdf


 

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design