Stai guardando: Home » Costume e Societa' » Festa nell’antico Borgo di Varzi

 

 

Roberto Bergaglio

 

 

Foto e Testi curati da Gian Carlo Bina

 

 

Tiro a quattro di muli di Angelo Martino e Flavio Rapetti

 

Varzi è un paese dell’ Oltrepo pavese situato in una zona strategica, ai piedi degli appennini liguri, piemontesi, lombardi ed emiliani, a distanza di pochi km confinano 4 regioni . Il nome Varzi di origine celtica,” var”, sta a significare acqua ed effettivamente è sorto sulle rive del torrente Staffora Le origini si perdono nella notte dei tempi , le vie del sale passavano da Varzi ed il contrabbando era abbastanza usuale. L’ influsso ligure è stato notevole e si può vedere ancora oggi nelle costruzioni tipo caruggi , viottoli stretti con porticati bassissimi, sedi di molti negozzi. IL venerdi si svolge ancora tuttora , un affollato mercato e fino a qualche anno fa, il foro boario era ancora molto ricco, popolato principalmente da una razza bovina locale che prende il nome di “varzese”, oramai ridotta alla stadio di reliquia.

 

 

I muli carichi di prodotti della montagna arrivavano a Varzi e di qui partivano i carrettieri, con “bare” enormi con sempre tre cavalli attaccati, con destinazione i grossi centri come Pavia, Milano e principalmente il porto di Genova, per poi ritornare carichi di olio sale e pesce salato. La valle Staffora ancora ora, è una grande produttrice di frutta ed in particolare del famoso salame di Varzi. Il primo maggio si rinnovano gli antichi fasti di una antica fiera che richiama ed ha richiamato per secoli una moltitudine di visitatori ed ecco che in questa occasione, la presenza degli animali è d’ obbligo. Oltre ai bovini e ovi-caprini, erano presenti un notevole numero di cavalli montati ed attaccati e per un giorno si è rivissuto i tempi passati . Le osterie erano piene di gente che ascoltavano i cori della montagna accompagnati dai  i pifferi “Museta”, suonatori tipici dell’ appennino. Felici di aver contribuito alla riuscita dell’ evento , ringraziamo l’ Amministrazione Comunale e la Pro loco per l’ impegno profuso e perchè no , di essersi ricordata della nostra ” Associazione Carrozze e Cavalli”.  Alla prossima  Gian Carlo Bina

 

In alto Maurizio Foco  in basso Roberto Zaccone

 

Alberto Brignoli

 

Gradita la presenza della Polizia di Stato a Cavallo

 

 

Roberto Bergaglio

 

 

 

 

 

 

 

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design