Stai guardando: Home » Turismo e Tempo libero, In Evidenza, AFAC » In Europa “trend” in crescita per i Concorsi di Tradizione di Attacchi

 

 

Nel variegato universo del mondo degli attacchi da qualche anno a questa parte molti appassionati stanno riscoprendo l’antica disciplina del ben attaccare un cavallo a redini lunghe con una carrozza originale d’epoca il meglio conservata possibile, visto l’uso per il quale sarà utilizzata. C’è chi corre al trotto, chi attraversa i coni in gran velocità, chi passeggia tra i boschi e per bacco-baccone è anche giusto che si dia spazio a chi vuole volteggiare con eleganza maneggiando le redini come le corde di un violino. Apriamo e chiudiamo subito il capitolato: e la spesa in euro? Seguendo le regole a cui siamo abituati da decenni, se un prodotto è poco commercializzato e muove poco il mercato, il  prezzo è irrisorio (2 cavalli + finimenti + bella carrozza d’epoca =  25.000 euro), se invece il prodotto è molto richiesto e muove un bel business come una accattivante auto a benzina, ecco che per un modello medio senza troppe pretese arriveremo a 30.000 eurini!  Da considerare poi l’usura del mezzo che nel caso di carrozza e finimenti dura circa 50 anni, mentre passa a 15 anni di utilizzo per i due cavalli. Fatta questa precisazione per mettere all’angolo subito eventuali “Poeti-economisti”, passiamo ai Comitati Organizzatori di Concorsi di Tradizione con relative locandine, che in tutta Europa si preoccupano di gestire al meglio tutti questi appassionati.

 

 

Di questi quattro eventi ben due interessano l’Italia e ci permettiamo di dire con orgoglio che piano piano ci avviciniamo a quelli più bravi di noi – solo per non voler essere troppo presuntuosi…  Ad oggi nessuno ha fatto statistiche comparative su quanti partecipanti vi siano e che mercato coinvolge questo comparto chiaramente di nicchia, ma considerato che è, e sarà in grande espansione, tenteremo di dare qualche numero. In una recente nostra intervista ad uno dei più qualificati partecipanti italiani ai concorsi esteri, Fiorenzo Erri, è emerso che nel 2017 a Siviglia alla “Feria di Avril” c’erano oltre 100.000 persone per le strade a vedere i caroselli degli attacchi e oltre 30.000 paganti sulle tribune predisposte dagli accorti e lungimiranti addetti al turismo. A Cuts in Francia (nel 2016) nella stupenda cornice di un’antico castello, gli oltre 100 equipaggi presenti hanno convogliato nella piccola cittadina francese oltre 6000 persone provenienti non solo dai dintorni, visto che in tutti questi concorsi definiti a ragione “internazionali” sono sempre presenti dalle 5 alle 10 nazioni. Anche l’Italia però sembra restare al passo. Da qualche anno a Villa Manin gli Organizzatori dell’AFAC sono riusciti a portare in loco fino a sette nazioni con una discreta quantità di pubblico che bene o male ha riempito tutti gli alberghi e B&B dei dintorni. Risultato grandissimo in relazione alla scarsa o inesistente promozione turistica non effettuata dagli organi competenti. Molto più attivi si sono invece dimostrati gli organi competenti di Venaria Reale due anni fa quando, a pochi giorni dall’inizio dell’evento equestre, è scoccata come una freccia l’ordinanza comunale che voleva sospendere il concorso per “maltrattamento di animali”(?).  Tutto viaggia sul web, “fake-news” incluse, e fortunatamente qualcuno è arrivato a vedere di persona cosa si stava facendo e l’allarme è rientrato. L’anno successivo il comitato Organizzatore (Gruppo Italiano Attacchi) si è rimboccato le maniche e ha concluso in bellezza con la presenza di oltre 50 attacchi di 9 nazioni.  In questo 2018 il primo appuntamento internazionale per la tradizione è il 5 e 6 Maggio 2018 alla “Lodovica” di Oreno di Vimercate/MB: tutti gli occhi sono puntati su questo concorso che apre la stagione delle redini lunghe in eleganza e si spera che gli “animalisti” dopo il riposo invernale non riservino troppe sorprese. Quest’anno pare sia sul piede di guerra “l’Associazione vermi da pesca” con i suddetti stanchi dopo oltre 100 anni di essere selvaggiamente maltrattati senza mai veder riconosciuti i loro giusti diritti sia di una degna sepoltura che del pagamento degli straordinari domenicali; vedremo come andrà a finire, seguiteci e vi terremo aggiornati…

 

 

A seguire troverete i primi quattro appuntamenti in calendario che interessano i soli mesi di Aprile e Maggio 2018  e come da regolamento sono iscritti con la dicitura C.I.A.T. (Concorso Internazionale Attacchi di Tradizione). Naturalmente nel corso dell’anno ne seguiranno tanti altri e noi come al solito vi aggiorneremo tramite la nostra Rubrica Calendario Eventi.

 

 

 

CIAT a Siviglia e Feria de Abril   14 e 15 Aprile 2018

 

 

 

 

3° CIAT  Internazionale di Tradizione a Oreno di Vimercate (MB)  5 e 6 Maggio 2018

 

 

 

 

CIAT  Internazionale di Tradizione  Cuts – Francia  19 e 2o Maggio 2018

 

 

 

 

 

CIAT  Internazionale di Tradizione a Glamis  il 2 e 3 Giugno 2018

 

 

 

 

 CIAT – VI Concorso Internazionale a Villa Manin (UD – Italia)  il 10 giugno 2018

 

 

 

 

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design