Stai guardando: Home » Cronaca e Attualità, In Evidenza » T.P.R. “Un Amore di Cavallo”

 

 

 

 

Sulle ali del vento

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Zuffa

 

 

TPR “UN AMORE DI CAVALLO”

Immersa nel paesaggio collinare di Castel San Pietro Terme (BO), sorge l’Az. Agricola Zuffa che oggi 10 marzo 2018 presenta al grande pubblico di appassionati ed addetti ai lavori i suoi stalloni, pronti per la stagione di monta 2018. Azienda tirata a lucido per l’occasione con un romantico spazio buffet in mezzo al verde rallegrato da una lunga tavola riccamente imbandita. Numeroso il pubblico intervenuto, formato in larga parte da allevatori ed esperti di settore che ha contribuito in maniera determinante alla riuscita dell’evento. Terminati i saluti e convenevoli di rito, il microfono passa nelle mani del Direttore di ANACAITPR; Giuseppe Pigozzi per la cronaca e relativi dettagli tecnici dei dieci soggetti presentati dall’Azienda Zuffa. Quella di oggi è la prima di una lunga serie di presentazioni del 2018 che coinvolgeranno numerose Aziende Agricole del settore sparse in tutta Italia, dalla Lombardia alla Puglia.

 

 

 

Grinta e tanta professionalità per Andrea Faggionato

 

 

 

Iniziano le presentazioni curate da Andrea Faggionato e Andrea Zuffa

 

 

 

Velocità e colpo d’occhio per il giovane Andrea Zuffa

 

Nel “Defilé” di eleganza includiamo anche i divi a 4 zampe extra-large!

 

 

 

 

 

 

 

 

ALLEVAMENTO e dopo?  L’UTILIZZO … naturalmente.

Il secondo “step” o per meglio capirsi, la seconda parte di questa bella favola chiamata Cavallo da Tiro Pesante Rapido, riguarda il suo utilizzo in svariate attività ricreative e sportive consone ai giorni nostri. Escludiamo da subito l’utilizzo militare per il trasporto di Artiglieria da Campagna e la carne-rossa terapeutica per la cura di certe malattie perché sono argomenti che infondono tanta tristezza nei cuori in considerazione del fatto accertato che delle guerre e del mangiare non se ne può … fare a meno.

 

 

 

 

Il primo campo d’azione lo dice la parola stessa: un campo. Un bell’appezzamento di terreno dove per tante colture da orto e lavorazioni in vigna il buon TPR dal passo lento e sicuro rappresenta già una realtà in tante Aziende Agricole italiane.

 

Lavori a trazione animale. In alto a colori nel 2016 in basso nel 1929

 

 

 

Il secondo campo d’azione è rappresentato dalle rievocazioni storiche medioevali dove la stazza e la conformazione dell’attuale TPR ricalca quasi fedelmente i poderosi cavalli medioevali costretti a caricarsi sulla groppa 80kg di indomito cavaliere più 200kg di armatura. Anticamente così conciati, nel 70% dei casi questi cavalieri, al prezzo della loro vita, si sfidavano in duelli all’ultimo sangue, uccidevano draghi fiammeggianti e a fine serata, per rientrare nelle otto ore di lavoro del contratto sindacale, liberavano fanciulle prigioniere del malvagio. In cambio?  La mano della dolce fanciulla che sarebbe poi divenuta l’inseparabile compagna della loro vita. Una bella faticaccia difficilmente ripetibile ai giorni nostri!

 

 

Il terzo campo d’azione è rappresentato dalle gare di Attacchi, alcune di regolarità, altre a tempo con andature più veloci. Rispettando sempre gli standard della razza che per ovvi motivi non può scendere in pista al Gran Premio insieme ai Purosangue inglesi, questi robusti ed affidabili cavalli riescono sempre a dare spettacolo e fornire prestazioni applauditissime dal pubblico in occasione di sagre paesane o fiere. Nelle foto alcune esibizioni a GAMEFAIR – Grosseto.

 

Annalisa Parisi ed il suo gruppo “Giga Ritmik”

 

 

 

 

Nella foto sottostante i cavalli TPR presenti oggi al Meeting presso l’Azienda Zuffa.

 

 

Ricordiamo a tutti gli appassionati di equitazione che alcuni soggetti di questo rinomato allevamento sono in vendita e potrebbero divenire per molti di voi degli inseparabili e affettuosi compagni di vita. Una telefonata vi potrà rendere felici … Cell.  366.7075190 risponde l’Az. Zuffa.

Da tenere presente anche il discorso della “bio-diversità metropolitana”. Ai giorni nostri città e periferie sono invase da un esercito di gatti e cani da accudire se li abbandonano, da tenere al guinzaglio se mordono, a cui comperare il cappottino se è freddo e dare tre scatolette di “paté” al giorno che costano come una fiorentina da un kg, senza contare intere legioni di pappagalli, cocorite, criceti, tartarughe con le new entry in estate delle zanzare-tigre. E’ giunto il momento di spezzare questo circolo vizioso o quanto meno ridimensionarlo, per rientrare nei parametri ottimali delle pari opportunità accompagnate da una graduale inclusione sociale di alcune razze (TPR) che forse potrebbero rischiare l’estinzione ma che al momento ed in un prossimo futuro sicuramente aiuterebbero il pianeta terra nella lotta all’inquinamento.

 

 

E’ l’ora di uno spuntino ad un metro da terra per gli umani

 

E’ l’ora di uno spuntino … rasoterra per i quadrupedi

 

 

TPR “UN AMORE DI CAVALLO” … FESTEGGIAMOLO!

A presentazioni terminate alcune laboriose volontarie si sono attivate a presentare svariate “razze” di affettati, formaggi, crescenze farcite ed altre specialità della tradizione culinaria locale. Centro tavola con una porchetta di grande qualità graditissima da tutti gli intervenuti. Un buon vino dei colli si è prestato per dei doverosi ringraziamenti a tutto lo staff dell’Az. Zuffa che ha gestito l’evento in maniera ottimale e a Giuseppe Pigozzi, Direttore di ANACAITPR (Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Agricolo Italiano da Tiro Pesante Rapido).

 

CONCLUDENDO

Sappiamo perfettamente che qualche lettore di mezza età dall’occhio fino ed esperto, prima di citare i tanti pregi di alcuni cavalli stilerà una accurata lista dei difetti. Nessun problema, l’esperto della Redazione di C&C vi darà il consiglio giusto!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FINE

 

 

 

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design