Stai guardando: Home » Cronaca e Attualità, In Evidenza » 17/09/2017 In “Cittadella” a Parma Attacchi Sportivi e di Tradizione incantano il pubblico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Due tipologie di Attacchi: Sportivi e di Tradizione ma … una sola passione, il Cavallo

 

 

PARMA – Domenica 17 settembre 2017

Parco della Cittadella, una piccola, ma non troppo, oasi di aria pulita assediata giornalmente da polveri sottili e nubi tossiche sempre in agguato. Chissà, forse è lo strano destino riservato alle antiche fortificazioni modificate geneticamente ad uso e consumo dei giorni nostri. La fortezza venne costruita sul finire del XVI secolo da Alessandro Farnese, duca di Parma e Piacenza per evidenti scopi difensivi. Nel corso degli anni fu utilizzata come caserma militare, poi come prigione per reati politici e successivamente come luogo per le esecuzioni capitali.

Una volta all’anno l’assedio viene spezzato dalla pacifica e spettacolare invasione di un centinaio di cavalli in modalità redini corte e redini lunghe che prendono possesso dei pittoreschi spazi verdi e ombrosi del parco. Questo importante evento equestre nato dalla scrupolosa e appassionata regia della Sig.ra Paola Mattiazzi è stato realizzato e portato a termine con il solito grande successo dalla sede locale dell’ Associazione Nazionale Arma di Cavalleria e Amici del Cavallo (Presidente Paola Mattiazzi), dal Comune di Parma (Sindaco Federico Pizzarotti -M5S), dal Gruppo Italiano Attacchi (Presidente Enzo Calvi), e dal Cinghio Equitazione ASD (di Andrea Broglia).

Tutti insieme appassionatamente, come un tiro a quattro cavalli di grande livello, hanno saputo coinvolgere per una intera giornata il pubblico parmense che ha premiato questa iniziativa presentandosi numerosissimo. Un grazie anche a tutti coloro che lavorando nell’ombra e con grande modestia hanno dato il solito grande contributo alla riuscita dell’evento: l’Associazione “Noi per Loro”  www.noiperloro.it/chi-siamo/  ed i titolari del Punto ristoro e Bar chiosco posizionato all’interno del parco che tutti gli anni delizia il palato dei partecipanti con le sue specialità locali.

 

 

La carrozza turistica del Cinghio Equitazione

 

 

E LE TANTO DISCUSSE CARROZZE CON CAVALLO … MALTRATTATO?

Tutto completamente sotto controllo!  Le carrozze a trazione animale in mattinata hanno sfilato per la città in veste di “portatori di Cultura e rievocatori Storici” di quando la città di Parma ed il mondo intero si muoveva e si sviluppava grazie al generoso animale chiamato Cavallo, mentre nel pomeriggio altri modelli di carrozze più tecnologici hanno dato vita ad una competizione sportiva ad alto contenuto spettacolare. Questo è il Lato A della medaglia. Per il discorso inerente il povero animale attaccato alle stanghe e sofferente come uno schiavo ai remi sulle galee romane di qualche migliaio di anni fa, passiamo al Lato B che in virtù della perpetua campagna elettorale onnipresente, ci propone celebri prestigiatori-parolai che estraggono dal cilindro cavalli azzurri e neri nella loro versione peggiore, ma curandosi attentamente di non infastidire o denigrare il Cavallo portatore di moneta (Finanziamenti ai Circhi, giro d’affari sul Palio di Siena ecc.)    www.partitoanimalistaeuropeo.it 

 

Il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti (M5S) con la consorte in carrozza prima della sfilata che attraverserà il centro storico di Parma

 

Sindaco e gentile consorte posano per i fotografi, la stampa ed il numeroso pubblico intervenuto

 

Le carrozze escono dal Parco

 

 

 

Per tutte le informazioni sulle attività: cinghioequitazioneasd@gmail.com   

Ci trovate anche su FB:  https://facebook.com/CinghioEquitazione/ 

 

 

Nulla da ridire, l’equitazione è uno sport che piace

 

Sempre una grande folla nello spazio “Battesimo della sella” gestito dal Cinghio Equitazione ASD

 

Matteo Pellizzer con la groom Katya Bertocco

 

 

Tiro a quattro di muli guidato da Matteo Pellizzer

 

 

Le carrozze rientrano dalla sfilata nel centro di Parma

 

Poca tensione e tanta allegria, questo è un bello sport!

 

 

Si svestono gli equidi, si staccano le carrozze e … tutti a tavola

 

Le ultime nuvole grigio scure poco promettenti se ne vanno spazzate via da un forte vento e lasciano campo libero ad un caldo sole che illumina e riscalda i concorrenti della tappa finale del “Trofeo Estivo Sportattacchigia – Nord” che sono già tutti pronti a bordo campo sotto l’occhio vigile del Direttore di Campo e Presidente del Gruppo Italiano Attacchi Enzo Calvi. Per info più dettagliate sulle varie tappe del “Trofeo”:  www.gruppoitalianoattacchi.it

 

(foto a sin.) Enzo Calvi si prepara a dirigere l’ultima tappa del Trofeo estivo GIA

 

Siamo i più forti!

 

Passaggi da brivido!

 

LA GARA AMATORIALE “SPORTATTACCHIGIA”

Questa competizione sportiva equestre a redini lunghe contemplava nel suo variegato programma anche la finale del Trofeo Estivo Sportattacchigia, ragion per cui molti concorrenti di tutte le categorie si sono dati appuntamento sul campo in erba della Cittadella. La location è tra le più spettacolari e consente una grande affluenza di pubblico alla ricerca di tranquillità e di eventi ad altissimo contenuto “eco-compatibile”. La grande folla sempre presente, unita ad evidenti e sempre più stringenti misure di sicurezza hanno ristretto il perimetro del campo gara rispetto gli anni passati ma allo stesso tempo non ha creato problemi agli organizzatori che hanno prontamente riadattato il percorso di gara rendendolo maggiormente agile e veloce col fine ultimo di premiare lo spettacolo e gli spettatori. Sappiamo benissimo che la maggioranza del pubblico dopo tre minuti e mezzo di Dressage effettuato magistralmente dal campione del mondo gira i tacchi, mette in moto l’auto e se ne torna a casa!

 

 

Le Categorie Pariglie Pony mandano in visibilio il pubblico

 

Grande conoscitore di queste problematiche l’espertissimo Direttore di campo odierno, Enzo Calvi, che ha elaborato una Gara Amatoriale che premiava la velocità tanto che all’ingresso delle Categorie Pony il numeroso pubblico presente è andato letteralmente in visibilio. In un primo momento parevano penalizzati i tre potenti tiri a quattro cavalli presenti ma in corso d’opera il pubblico che aveva già assaporato l’ebbrezza della velocità con i piccoli pony, ha dimostrato grande interesse nell’abilità e nel grande controllo di redini dei Driver dei tiri a quattro che sostenuti dagli applausi del pubblico hanno iniziato a passeggiare tranquillamente avanti e indietro attraverso i coni senza ribaltare nessuna pallina. In questo modo lo spettacolo a redini lunghe è risultato accattivante e di sicuro successo, grazie anche all’attacco spettacolare e unico a gareggiare in Italia di Matteo Pellizzer che presentava un tiro a quattro di muli. In simili contesti assolutamente indispensabile la presenza di uno Speaker che per l’occasione era in versione femminile. Emanuela Brumana al microfono ha saputo illustrare in maniera dettagliata e con i giusti riferimenti tecnici i variegati aspetti di una gara di attacchi, cosa questa molto gradita ad una parte di pubblico che in un primo tempo si chiedeva di che razza fossero i cavalli di Matteo Pellizzer con quelle grandi orecchie quasi difettose.

 

 

Velocissimi come non mai, ma con tantissima precisione tra i coni

 

Martino Zegna: grande tecnica nel destreggiarsi tra i coni

 

 

 

 

Alcune belle “ciliegine sulla torta” si sono viste con l’esibizione sul campo gara di alcuni concorrenti volutamente sprovvisti di carrozze da maratona iper-tecnologiche che hanno dimostrato al pubblico quanto sia facile coniugare la passione di una passeggiata in campagna con la famiglia con una piccola competizione in allegria tra amici motivati dalla stessa passione del cavallo attaccato a redini lunghe. D’altronde l’Arte del ben attaccare non si ferma nei recinti delle competizioni sportive ma va anche oltre, e se vogliamo parlare di età, la locandina pubblicitaria del Cinghio Equitazione ci è di valido esempio: Scuola di Vita dai 3 ai 90 anni!

 

 

 

 

In alto tutta la grinta di Giovanni Bicchierai, in basso la tranquillità di Fabio Lesquier con la complicità della moglie/groom Laura Bianchi

 

Eleganza e TPR

 

Spettacolare il tiro a quattro di Martino Zegna

 

Mirko Belli con il suo tiro a quattro di cavallini di “Monterufoli”

 

Matteo Pellizzer

 

 

LE PREMIAZIONI

Come al solito molto belle, partecipate, e scandite con applausi ad ogni coppa o medaglia consegnata. Gradita la partecipazione di numerose figure istituzionali del Comune di Parma al seguito del Sindaco Federico Pizzarotti e di Marco Bosi, vice Sindaco con delega all’Ass. dello Sport. Presente con tutta la famiglia l’Assessore all’Urbanistica Arch. Michele Alinovi. In rappresentanza del Comandante dell’Accademia Militare di Modena la gradita presenza del Col. Giampaolo Cati.

 

La Sig.ra Paola Mattiazzi (Presidente dell’Associazione Arma di Cavalleria e Amici del Cavallo sez. di Parma) apre le danze con coppe e premi ai vincitori.

 

 

Elegante e dal sorriso smagliante Adriana Furno consegna i premi insieme alle Autorità. In senso orario: il Col. Giampaolo Cati, il vice-Sindaco Marco Bosi, l’Assessore Michele Alinovi e il Sindaco Federico Pizzarotti

 

 

 

 

 

 

 

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design