Stai guardando: Home » Cronaca e Attualità, In Evidenza » Vetturini di Firenze in Festa il 17 luglio 2016 !! 2 Cavalli vanno in Pensione!

 

 

585_nbis

 

Cavalli fortunati quelli che hanno il privilegio di LAVORARE, o meglio, collaborare in società, con i Vetturini di Firenze. In questo fine settimana (16/17 luglio 2016) altri due cavalli cessano il servizio attivo e si vanno ad aggiungere agli altri quattro che già da tempo pascolano in una tranquilla vallata alle porte di Firenze. 

I festeggiati di oggi sono: PRISCILLA, una cavalla Lipizzana di 23 anni con 11 anni di servizio e CESARE, un Trottatore Italiano di 25 anni con 13 anni di “servizio di piazza” al suo attivo. A loro vanno i nostri migliori auguri!

 

PicMonkey Collagepaola

I cavalli che già da tempo e a ripetute riprese soggiornano “al prato” a godersi il meritato riposo sono: SCIROCCO AIE  – anni 23  e 12 anni di lavoro di piazza, GHIBLI CLUB  –  anni 13 e 5 anni di lavoro, REPIN BS – anni 22 e 11 anni di lavoro, VICTOR – anni 21 e 11 anni di lavoro, a tutti loro oggi si sono aggiunti PRISCILLA e CESARE.

Anche se ai giorni nostri i cavalli sono sorvegliati speciali e hanno acquisito tutta una serie di diritti che a tanti “umani” vengono negati, va detto che i 23 e 25 anni dei due cavalli pensionati corrispondono in linea di massima ai 64 e 70 anni di un essere umano. D’altronde è interessante notare che a fronte della rispettiva età, cambiano gli anni di lavoro di piazza che per Priscilla sono stati 11, mentre Cesare è arrivato a 13.  Al pascolo già da anni troviamo Ghibli, 13 anni e 5 soli di servizio.  Questo a confermare che i Vetturini di Firenze verificano nel loro apposito “Codice Etico”  che non tutti i cavalli (come gli umani) sono uguali, alcuni dispongono di un buon fisico, altri un po meno, e a parità di lavoro rappresenta un bel gesto diversificare gli anni del pensionamento.

Questo meritevole comportamento ci riconduce alla intelligente regola dei lavori usuranti applicata ai lavoratori umani che è attualmente in vigore in tanti Stati. (In Italia … NO!)

 

PicMonkey Collage-paola

 

Peccato che a turbare i festeggiamenti (in minima parte), hanno contribuito le poco lusinghiere notizie provenienti dal mondo delle Associazioni che difendono a spada tratta i diritti (secondo noi) sacrosanti degli animali. Sull’onda di episodi poco edificanti di maltrattamenti ai cavalli delle Botticelle romane, si sta facendo strada il progetto di eliminare i veicoli a trazione animale (carrozze) dai centri urbani.  A dire il vero già da anni, causa il traffico veicolare caotico, tanti Vetturini di piazza si sono trasferiti in località pur sempre turistiche, ma più rispettose dell’ambiente, dotate di ampi spazi verdi e con centri storici chiusi al traffico. Se escludiamo Venezia che non dispone di “Cavallucci-marini” da adibire al traino, restano Roma e Firenze che grazie al loro importante indotto turistico registrano il maggior numero di persone che amano visitare le città comodamente seduti su di una carrozzella panoramica ad ascoltare il Vetturino-cicerone che gli illustra (cosa importantissima) quello che sta guardando.

 

Un quadretto "esteticamente" perfetto, assolutamente in tema con l'architettura circostante.

Un quadretto esteticamente perfetto, assolutamente in tema con l’architettura circostante.

 

vetturini-8

 

DUE CORRENTI DI PENSIERO

La prima ci viene dalle regole del mondo dell’equitazione in tutti i suoi livelli medio-alti; non ti presenti puntuale allo start? Eliminato! Sbagli un percorso? Eliminato!  Non hai la documentazione in regola? Squalificato! Viaggi su strada con un mezzo non in regola? Sequestrato! 

La seconda corrente di pensiero riguarda le famose e celebri Botticelle romane che da anni nei confronti di cavalli e turisti, fanno quello che gli pare e piace. E’ giusto o è sbagliato?  Sono passati gli anni e siamo ancora in attesa di un verdetto!

 

17 Luglio 2016, tutti gli appassionati di cavalli sono invitati a festeggiare i cavalli “Pensionati” e nel contempo presentarsi se possibile con mele, carote e zuccherini!

 

vetturini-7

 

 

 

IMG_1824bis

 

I VETTURINI DI FIRENZE

Mesi addietro andammo a trovare i Vetturini di Firenze nell’esercizio della loro professione e ci colpì in particolare il bellissimo rapporto che avevano instaurato con i cittadini ed i turisti che, da attenti consumatori di quel genere di servizi, erano attratti dal bell’aspetto curato del cavallo, dalle chiare e unificate tariffe per ogni corsa e dalla gentilezza e simpatia tipiche non solo dei Vetturini di Firenze, ma di tutti gli abitanti della Regione. Se poi aggiungiamo alcune graziose quote rosa con guanti, redini, cappellino ed un sorriso che all’imbrunire sostituisce i fanali a candela, il gioco è fatto! A completare il quadro la Città monumentale, con una concentrazione di bellezze uniche al mondo che possono essere fortunatamente visitate a piedi o in carrozza grazie al vasto Centro Storico completamente chiuso al traffico.

 

 

vetturini-2ok

 

COSA CERCANO I TURISTI ITALIANI E QUELLI CHE ARRIVANO DA  5/10mila chilometri?

Andiamo alla speranza che in questo mondo di cervelloni capaci di masticare giornalmente pane e statistiche, qualcuno si sia accorto che in un continuo crescendo i turisti  NON VENGONO nel bel paese per acquistare televisori o telefonini ultra moderni, e neppure arrivano per gustarsi dei panini fritti immersi nella senape+pomodoro+patate, né tanto meno per indossare una maglietta da 50 centesimi cucita di “sgalembo” da un ragazzino che abita a 6.000 km da Firenze. Tutti coloro (o quasi) che sbarcano in questa Città dichiarata Patrimonio dell’Umanità (UNESCO), e si trovano circondati da edifici e monumenti  risalenti all’anno 1000, si sentono investiti da un’atmosfera rinascimentale con i ritmi, gli usi, i costumi e le vivande che accompagnavano a quei tempi le ricche e meno ricche famiglie fiorentine. Crediamo sia un obbligo ed un dovere mettere a proprio agio ed accontentare il turista, offrendogli la possibilità di rivivere la città su di un mezzo antico come la carrozza che ben si adatta all’insieme  degli  edifici ed ai suoi monumenti. Preferite il trenino elettrico, il bruco sulle rotaie  o il risciò? E allora andate a Disneyland!  (Scusate lo sfogo)

 

vetturini-bis

 

Perchè abbiamo perso il diritto di mangiarsi la "nostra roba?! "

Perchè  abbiamo perso il diritto di mangiarci la “nostra roba”?!

 

Per il turismo veloce e comodo che ben si adatta a mamme con bambini, nonne, sposini in luna di miele e … pigri, c’è la carrozza: per quello lento, a passo d’uomo, cosa c’è di meglio  delle calzature dei Maestri calzaturieri fiorentini che producono alcuni tra i più rinomati marchi internazionali? E se dopo tutto questo girare ci viene appetito? Bisogna assolutamente trovare modo e maniera di far accomodare su una sedia impagliata il turista goloso con davanti un piatto sul quale fanno bella mostra di sé due fette di prosciutto toscano e una di formaggio con del pane casereccio ed un bicchiere di buon Chianti, perché lui capirà e spiegherà agli amici rimasti a casa che …  queste golosità o le mangi qui, o da nessuna altra parte al mondo!

 

IMG_8352-bis

 

Paola Medici mentre coccola il suo compagno di lavoro.

Paola Medici mentre coccola il suo compagno di lavoro.

 

CONCLUDENDO …

Nel caso che qualcuno tra i nostri lettori pensi o creda che la risoluzione del problema Carrozzelle a trazione animale sia poco complessa, noi di Carrozze & Cavalli senza interferire minimamente in commenti, giudizi o sentenze, Vi proponiamo un collage di  Punti di vista che abbiamo trovato sul tema, gironzolando sul web. Per quanto riguarda il mio modesto punto di vista globale sulla problematica in tutte le sue sfaccettature ed aspetti reconditi, mi sentirei di affermare che … “E’ un mondo difficile!”

bnvhfdyu

Ci pare opportuno presentare l’Ordinanza Martini inquadrata da questo dipinto che è perfettamente in tema con il Regio Decreto del 27 luglio 1934 cui fa riferimento l’Ordinanza stessa

 

Per queste informazioni abbiamo consultato:  www.governo.it   e anche un importante portale web specializzato: www.geapress.org

 

Top-bis

Top-bis-2

1 febbraio-bis

 

 FULGENZIO MARABESE

FULGENZIO MARABESE

Il contributo sottostante a cura di Fulgenzio Marabese, appassionato di Attacchi.

 LEGGE 20 luglio 2004, n. 189

Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate.

Art. 1

(Modifiche al codice penale).

  1. Dopo il  titolo IX del libro II del codice penale è inserito il seguente:

“TITOLO IX-BIS – DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI

… omissis …

Art.  544-bis.  – (Uccisione di animali). – Chiunque, per crudeltà o senza  necessità,  cagiona  la  morte di un animale è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi.

Art.   544-ter.  –  (Maltrattamento  di  animali).  –  Chiunque,  per crudeltà o senza  necessità,  cagiona  una  lesione ad un animale ovvero  lo  sottopone  a  sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche ecologiche è punito con  la  reclusione  da  tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro.

… omissis …

Art. 6.

(Vigilanza)

1. Al fine di prevenire e contrastare i reati previsti dalla presente legge,  con  decreto del Ministro dell’interno, sentiti il Ministro delle Politiche Agricole  e Forestali e il Ministro della Salute, adottato entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge [31.10.2004], sono stabilite le modalità di coordinamento dell’attività della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, del Corpo  della  Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato e dei Corpi di Polizia Municipale.

2. La vigilanza sul rispetto della presente legge e delle altre norme relative alla protezione degli animali è affidata anche, con riguardo agli animali di affezione, nei limiti dei compiti attribuiti dai  rispettivi decreti prefettizi di nomina, ai sensi degli articoli 55  e  57  del codice di procedura penale, alle guardie particolari giurate delle associazioni protezionistiche e zoofile riconosciute.

  1. Dall’attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri per lo Stato e gli enti locali.

… omissis …

Art. 8.

(Destinazione delle sanzioni pecuniarie)

  1. Le entrate derivanti dall’applicazione delle sanzioni pecuniarie previste dalla presente legge affluiscono all’entrata del bilancio dello  Stato per essere riassegnate allo stato di previsione del Ministero della salute e sono destinate alle associazioni o agli enti di cui all’articolo 19-quater (Affidamento degli animali sequestrati o confiscati). – Gli animali oggetto di provvedimenti di sequestro o di confisca sono affidati ad  associazioni o enti che ne facciano richiesta individuati con decreto del Ministro della salute, adottato di concerto con il Ministro dell’interno”
  2. Il decreto  di  cui all’articolo 19-quater delle disposizioni di coordinamento  e transitorie del codice penale è adottato entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penale.
  3. Con il decreto di cui all’articolo 19-quater delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penale, sono determinati i criteri di ripartizione delle entrate di cui al comma 1, tenendo conto in ogni caso del numero di animali affidati ad ogni ente o associazione.
  4. Entro il  25  novembre  di  ogni  anno  il Ministro della salute definisce  il  programma  degli  interventi  per  l’attuazione  della presente legge e per la ripartizione delle somme di cui al comma 1.

 

DECRETO MINISTRIALE   2 novembre 2006

 Individuazione delle associazioni e degli enti affidatari di animali oggetto di provvedimento di sequestro o di confisca, nonché determinazione dei criteri di riparto delle entrate derivanti dall’applicazione di sanzioni pecuniarie

Art. 1.

Riconoscimento

  1. Le associazioni o enti che intendono essere individuati ai fini di affidamento di animali oggetto di provvedimento di sequestro o di confisca a norma del codice penale, devono inoltrare domanda al Ministero della salute – Direzione generale della sanità animale e del farmaco veterinario.
  1. La domanda di cui al comma 1, da inviare per raccomandata, deve essere corredata dalla seguente documentazione: (… Omissis …)

Art. 2.

Destinazione delle Sanzioni Pecuniarie

  1. Il Ministro della salute ripartisce, alle associazioni o agli enti riconosciuti in conformità al presente decreto, le entrate derivanti dall’applicazione delle sanzioni pecuniarie stabilite dalla legge 20 luglio 2004, n. 189 le quali, a tale scopo, sono rassegnate a detto Ministero.
  1. La ripartizione di cui al comma 1 è effettuata, entro il 25 novembre di ogni anno, sulla base delle entrate disponibili e sarà corrisposta in rapporto proporzionale alle spese sostenute da ciascuna associazione o da ciascun ente per le attività svolte nell’anno considerato, tenuto conto della specie e del numero degli animali affidati.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ed entra in vigore il giorno della sua pubblicazione.

 

Dopo la 2° Guerra Mondiale

Dopo la 2° Guerra Mondiale

 

Durante la Grande guerra 1914 / 1918

Durante la Grande Guerra 1914 / 1918

 

vetturini-2

 

PARERI, COMMENTI, PUNTI DI VISTA, VARI & ASSORTITI.

 

IMG_0057bis

 

Per info.  www.partitoanimalistaeuropeo.it 

IMG_0054bis

IMG_0057bis

IMG_0055bis

 

vetturini-4

vetturini-5

 

Parte finale della lettera aperta di CAVALLO 2000 al Sindaco “uscente” di Roma.  www.cavallo2000.it

C’è anche chi, forte dell’esperienza di settore, esprime il proprio parere il quale, giusto o sbagliato che sia, non è degnato di una minima risposta, peccato.

 

IMG_0059-bis

 

vetturini-1

Non da ultime le considerazioni di una tra le più importanti Associazioni di settore; la LAV. Per avere più informazioni: www.lav.it

 

IMG_0061bis

 

vetturini-9

Nella speranza di essere riusciti a produrre un po’ di informazione “concreta” salutiamo tutti i nostri lettori e per eventuali chiarimenti;  un piccolo clik alla voce CONTATTI, e ogni Vostra curiosità verrà prontamente appagata!

 

16_nbis

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design