Stai guardando: Home » Sport, In Evidenza » 9-10 aprile 2016: UN BELL’INIZIO DI PRIMAVERA

CONCORSO INTERNAZIONALE e NAZIONALE ATTACCHI di CARAVINO/TO

Chi pensava che lo sport degli attacchi fosse uno sport solo per adulti, è stato smentito dai fatti! 50 gli equipaggi che si sono confrontati al Concorso di Attacchi svoltosi a Caravino/TO, nell’eccellente struttura dell’A.S.D. LO SPERONE con una qualitativa presenza di equipaggi francesi, su impegnativi percorsi coni e maratona disegnati da Gabriele Pannier Suffat, al suo debutto quale “Course designer” in un concorso FEI. Esordio internazionale anche per il Delegato Tecnico Roland Morat e per l’Assistente Steward Valeria Nicolis.

campo prova prima del temporale resize

Prima del concorso nuvoloni minacciosi scatenano l’inferno, ma niente paura: il terreno sarà perfetto per i due giorni di gara!

Qui va spezzata una lancia a favore della location, perfetta per un concorso di alto livello ad inizio stagione, come hanno ampiamente dimostrato i fatti: uno scroscio durato più di un’ora – la classica pioggia a catinelle – scatenatosi venerdì dopo l’ispezione veterinaria, che ha tenuto barricati nei box cavalli e guidatori pronti per l’ultima sgambatura, ha lasciato, grazie all’ottimo drenaggio dei terreni sabbiosi, un fondo perfetto per i due giorni di gara successivi.

Una Giuria di alto livello, con quattro Giudici internazionali, di cui due stranieri Anne Marie Turbé (Francia) e Hanspeter Rüschlin (Svizzera), che hanno dato convalida anche al giudizio dei nostri Giudici italiani: i due internazionali Giuseppe Del Grande e Mariangela Beverina ed i due nazionali Nicoletta Milanese e Corrado Cotti. Molto importante l’intervento della giudice francese Turbé in vista dei prossimi Campionati Mondiali di Attacchi Singoli di Piber in Austria nella prima settimana di agosto, dato che farà parte della Giuria di Terreno con Klaus Christ (Ger), Joaquin Medina (Esp), Boots Wright (Usa) e Bert Jambon (Bel), affiancati da Gabor Fintha (Hun) come Chef de Piste e Richard Papens (Bel) nelle vesti di Delegato Tecnico.

Collage giudici stranieri

Hans-Peter Rueschlin (Sui) e Anne Marie Turbé (Fra), giudici FEI di 4° livello

LARGO AI GIOVANI

Per riprendere quanto detto prima, da segnalare i risultati dei nostri giovanissimi concorrenti. Andando per ordine, se ce ne era bisogno, la conferma dei progressi in corso della giovane Sara Bombelli (13 anni) con il suo pony Vantage (7 anni), supportati nella preparazione dal trainer Emilio Gamba. Sicurezza nella guida, qualità nel dressage, grinta nella maratona che stante la giovane età dei due protagonisti … lasciano ampi spazi di miglioramento.

Bombelli Sara da fb 02

La tredicenne Sara Bombelli, una giovane speranza degli attacchi in Italia, con il suo trainer Emilio Gamba ed il Presidente del Centro Attacchi Team Morbis presso cui entrambi sono tesserati

Entusiasmante lo spirito agonistico dei Children Andrea Pili (12 anni) con il suo Babalui, allenato dal tecnico Alberto Tosi e di Linda Salono (11 anni), allieva di Marco Perinotto. Che spettacolo vederli in maratona! E poi ancora una bella sorpresa da una giovane new entry, Chiara Usuelli con il suo pony Luna. Per essere la prima volta che questi giovanissimi competono in un Concorso Attacchi di alto livello, le loro prestazioni ed il loro comportamento in gara ci lasciano ben sperare, pensando anche al prossimo Campionato Europeo Children, Junior e Young Driver previsto a settembre in Germania, ma soprattutto in prospettiva per analoghi impegni internazionali futuri. E’ già stato infatti assegnato il successivo Campionato Europeo Giovani 2018 all’Ungheria e precisamente ad Aszar-Kisber.

Collage Salono

Linda Salono, 11 anni, ultima generazione di una famiglia di guidatori, da nonno Pierantonio Tonello, agli zii Elena Tonello e Marco Perinotto, il Tecnico che la segue nella preparazione

Poi un ben tornato al siciliano Gabriele Grasso con il suo cavallo Indo 18, che, dopo una lunga parentesi di assenza da gare importanti, ha dato conferma delle qualità e del potenziale di crescita sul quale fare affidamento per il futuro, sperando che la conquista del 3° gradino del podio in questo concorso alimenti la motivazione necessaria per una proficua perseveranza.

podio brevetti singoli da fb

Il podio della categoria Brevetti Singoli: 1° classificato Mauro Zanchi, 2° Mario Uberti e 3° il giovane siciliano Gabriele Grasso

Confermate invece le qualità ed i costanti progressi dei due giovani binomi di punta, Mirko Cassotti con Disastro e Ray Lunardon con Dancing Diamond, entrambi seguiti da trainer di primissimo livello, essi stessi guidatori ai vertici: rispettivamente Cristiano Cividini e papà Flavio Lunardon.

Un altro ben tornato al giovane Luca Bordet con il suo Fernando che ci piacerebbe vedere più spesso in gara. Altra giovane conferma quella di Alessandro Formia in gara con due singoli, Catinka e Wotherspoon.

SENIORES PIU’ COMBATTIVI CHE MAI

Passando alle categorie degli adulti, i risultati confermano quanto sapevamo se ce n’era bisogno e cioè quelli di Luca Cassottana, Cristiano Cividini sia con Amanno che con il pony Haflinger Aron, e poi ancora Francesco Aletti vincitore della categoria pariglie ed Emilio Gamba vincitore della categoria singoli pony.

Collage guidatori di punta

In alto a sin. Emilio Gamba, vincitore del CAI cat. Pony Singoli; in alto a des. Cristiano Cividini con Amanno, vincitore del dressage nella cat. Singoli Cavalli; in basso a sin. Francesco Aletti Montano con la sua collaudata pariglia, vincitore del CAI cat. Pariglie; in basso a destra Jozsef Dibak con una nuova pariglia di giovani cavalli molto promettenti, al loro debutto in gara

I francesi ci hanno veramente impressionati, vincendo con Mathieu Ory Degomme il CAI Singoli ma anche gli altri due equipaggi Decourtye e Olive in maratona hanno fatto vedere mirabilie! Abbiamo da meditare pensando ai Campionati del Mondo Singoli di Piber (A).

Infine Giulio Tronca: davanti a tutti nel dressage! Non è una prestazione qualunque, visto che pur appartenendo alla categoria Paraequestre gareggia con i normodotati di pari patente agonistica. Quella degli attacchi è l’unica disciplina sportiva in cui questo è possibile, con un’evidente motivo di maggiore soddisfazione per un buon risultato. Anche Giulio sta preparandosi seriamente per partecipare ai Campionati Mondiali di Attacchi Paraequestri che si terranno in Olanda all’inizio di agosto: speriamo che la Federazione prenda a cuore anche le discipline considerate “minori”, soprattutto per i soggetti più fragili che attualmente possono contare unicamente sul proprio impegno personale. Confidiamo che la recente nomina del Tecnico Flavio Lunardon quale responsabile dei Paralimpici all’interno del Dipartimento Attacchi serva a muovere le acque sia in termini di aiuto economico, sia di supporto nella prospettiva di un allargamento della cerchia di agonisti motivati.

Collage aspiranti campioni

Agonisti forse con meno esperienza ma con molta grinta, alla ricerca del risultato eclatante

PROSPETTIVE FUTURE

Molto soddisfatti tutti i guidatori alla ricerca del risultato valido come qualifica FEI per i Campionati Mondiali Senior che hanno centrato l’obiettivo nelle rispettive categorie: Cassottana, Cividini, Ray Lunardon, Perinotto, Cassotti, Aletti, Gamba e Feichter.

Per altri due concorrenti invece si sono spalancate con questo evento le porte di traguardi più importanti, avendo conquistato la qualifica di Atleti 3* con conseguente accesso ai concorsi internazionali qualificanti: Paolo Stecca nei Singoli Cavalli e Ivano Cavina nei Singoli Pony.

Da non sottovalutare il brillante debutto in gara delle due giovani pariglie guidate da Jozsef Dibak, il guidatore italiano medaglia di bronzo individuale e d’argento a squadre agli ultimi Mondiali, che sembrano proiettate verso sicure conferme nel corso della presente e della prossima stagione agonistica, con meta ultima il Campionato del Mondo Pariglie 2017 a Lipizza/Slovenia.

Cei Ugo da fb

Ugo Cei, vincitore della categoria Brevetti Pariglie, indossa orgoglioso la magnifica fascia fatta approntare dal Presidente del Comitato Organizzatore, Mario Filisetti, e riservata ai primi classificati di ogni categoria

CONSIDERAZIONI FINALI

Un concorso molto apprezzato da tutti, sia per la validità tecnica delle prove, che per la location, ma anche per l’organizzazione che ha voluto andare incontro per quanto possibile alle esigenze dei concorrenti: il tutto si è tradotto in un evento caratterizzato da una serena competitività senza inutili screzi.

Concludendo, una bella esperienza per tutti, ma anche la conferma che se si lavora seriamente e con sistema, alla fine i risultati arrivano!

E A CONCLUSIONE UN BEL BRINDISI FUORI PROGRAMMA!

Quale nota di cronaca a margine della manifestazione, una … piccola festa in famiglia a conclusione degli impegni agonistici, con un centinaio di presenze dal mondo degli attacchi per festeggiare un diverso traguardo raggiunto da un uomo di cavalli che è stato per tanti anni giudice in queste gare: Franco Ferrari, all’alba dei suoi 90 anni!

90 anni Franco IMG_5915 resize

Festa per aver tagliato un altro traguardo: quello dei 90 anni! Il giudice Franco Ferrari con l’agonista di più lunga data ancora sulla breccia, Carlo Mascheroni

classifiche

Per le foto si ringraziano Laura Bortolato ed il fotografo Stefano Saluzzo, al quale ci si può rivolgere per avere belle immagini della gara (stefano.saluzzo@libero.it)

Classifiche CAI CAN Caravino coccarda e targa P1240848 resize

© Copyright Carrozze&Cavalli · Powered by Purple Lab Design